Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
ECONOMIA: Coop punta a luce-gas, 300 punti vendita, target 400.000 clienti
economia

ECONOMIA: Coop punta a luce-gas, 300 punti vendita, target 400.000 clienti

  • Di:
  • 393 visualizzazioni

Piano al 2021, 22 mln investimenti. Obiettivo 620mila contatori

 

Con un piano industriale triennale che prevede investimenti per 22 milioni Coop "estende ulteriormente la propria offerta" con l'energia domestica, un nuovo marchio per gas e luce. Così, aprendo 300 punti vendita, "punta a servire almeno 400 mila clienti in tutt'Italia" entro il 2021, raggiungendo "620 mila contatori di luce e gas". Da questo mese "il nuovo marchio debutta con una offerta multicanale". La società spiega che "in vista della liberalizzazione del mercato tutelato 'Luce&GAs èCoop' cambia nome e diventa 'Accendi luce & gas Coop".

L'offerta luce e gas a marchio Coop - viene spiegato - viene così lanciata a livello nazionale dopo una fase di sperimentazione di Coop Adriatica in una area dell' Emilia e ai confini col Veneto. Con il nuovo marchio 'Accendi' entra "anche nell'acquisto dell'energia elettrica, portando la bolletta 'nel carrello' di almeno 400 mila soci e clienti nei prossimi tre anni. Coop - sottolinea una nota - estende così ulteriormente la propria offerta in ambiti di spesa nuovi, dopo la telefonia, i carburanti, le librerie, i farmaci, i viaggi". Il nuovo piano industriale di Accendi per il triennio 2018-2021 prevede investimenti per 22 milioni di euro "nella digitalizzazione dei processi, lo sviluppo della rete commerciale, il marketing e la comunicazione".

Entro il 2021 "Accendi punta a servire almeno 400 mila clienti in tutta Italia, rispetto agli attuali 50 mila, passando da 70 mila a 620 mila contatori di luce e gas serviti". L'offerta è multicanale, tramite web, telefono, o in 300 negozi di Coop Alleanza 3.0 e Unicoop Tirreno di 15 regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Veneto. Un primo passo: "Si sta lavorando per ampliare il servizio anche nel resto d'Italia". Inoltre, "nell'arco del piano, la società passerà da 70 a 140 dipendenti".