Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
economia

EMILIA-ROMAGNA: Economia, a fine 2022 il ritorno ai livelli pre-pandemia

  • Di:
  • 225 visualizzazioni

Nel 2020 il calo del Pil dell’Emilia-Romagna ha raggiunto il 9 per cento, dato peggiore della crisi del 2009, ma in linea col dato nazionale. Mentre ci sono buone notizie all’orizzonte: per il 2021 si prevede una crescita del 5,5 per cento, la nostra sarà la prima regione italiana insieme al Veneto. Il ritorno ai livelli pre-pandemia è atteso per la fine del 2022. L’edizione di aprile degli Scenari per le economie locali di Prometeia, analizzati da Unioncamere Emilia-Romagna, stima quindi leggermente meno profonda la recessione del 2020 e prospetta una ripresa parziale un po’ più sostenuta per il 2021. La crisi dovuta al covid ha portato lo scorso anno al crollo dei consumi, con una caduta libera di investimenti ed esportazioni. Ma è l’industria ad avere accusato il colpo più duro, mentre l’insieme dei servizi ha compensato andamenti interni diversi. Quest’anno saranno le costruzioni a guidare la ripresa, sostenuta anche dall’industria, mentre il passo dei servizi sarà più debole. Nel 2020 si sono ridotte le forze di lavoro e l’occupazione, e questa tendenza proseguirà anche nel 2021, quando il tasso di disoccupazione potrebbe salire ai massimi dal 2016.

Guardando al panorama nazionale, lo scorso anno, come il coronavirus, la recessione ha colpito più duramente le regioni del nord. Allo stesso modo, le prospettive di ripresa nel 2021 sono più solide per le regioni del Settentrione e dovrebbero riportare l’Emilia-Romagna al vertice nella classifica per ritmo di crescita, con un passo in linea a quello della Francia.