Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
EMILIA-ROMAGNA: Export, un aumento del 9,7% sul 2019, anno senza pandemia
economia

EMILIA-ROMAGNA: Export, un aumento del 9,7% sul 2019, anno senza pandemia

  • Di:
  • 151 visualizzazioni

Export in crescita. L’Emilia-Romagna va oltre le aspettative sui mercati esteri superando i livelli pre-pandemia. Nel primo semestre le esportazioni hanno toccato, secondo i dati Istat pubblicati nei giorni scorsi, quota 35,36 miliardi, due miliardi in più di quanto raggiunto nel 2019, un’impennata, quindi, del 6,6%. I segni positivi si sono fatto sentire già dal primo trimestre di quest’anno, ma nel secondo l’accelerazione è stata ancora più definita: in tre mesi i ricavi sui mercati stranieri sono stati pari a 18,72 miliardi. Tra aprile e giugno il paragone con il 2020 è clamoroso (+46,8%, in linea con il dato italiano di +49,1%), ma è ampia la differenza anche con il 2019 quando, nei tre mesi, l’export si fermò a 17,07 miliardi. Una crescita che ha toccato tutti i territori. In particolare in Romagna vediamo Ravenna con un +53,9%,  Rimini +53, seguite da  Forlì-Cesena +44. A dirlo sono i dati elaborati dalla Camera di commercio. Qualche segnale incoraggiante arriva anche dal tessile, uno dei settori più colpiti (+21,7% rispetto al secondo trimestre 2020, definito, però, come il periodo più nero del lockdown). I migliori risultati sono stati realizzati in Asia (+40,7% ), Oceania (+37) e America del centro-sud (+32). Gli Usa (+45,6) tornano primo mercato per le imprese di Modena, seguiti da Germania (+25,3) e Francia (+26,1). Tra i comparti, oltre a trasporti e tessile-abbigliamento, ci sono anche i prodotti caratteristici del territorio: ceramica (+26,5%), macchine e apparecchi meccanici (+26,2), biomedicale (+14,4), agroalimentare (+13,2).