Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
economia

RIMINI: IEG deposita domanda di ammissione alle negoziazioni in borsa | VIDEO


La Fiera di Rimini ci riprova. Dopo che la quotazione in borsa era improvvisamente saltata nel dicembre scorso cogliendo tutti di sorpresa, la società Italian Exhibition Group, che comprende anche la fiera di Vicenza, ritenta l’ingresso in Piazza Affari. Lunedì Ieg ha ottenuto da Borsa Italiana il provvedimento di ammissione alla quotazione sul mercato telematico. La società riminese ha depositato la domanda di ammissione alle negoziazioni delle azioni. L’offerta riguarderà un massimo di 5,3 milioni di azioni il cui prezzo sarà compreso fra 3,7 e 4,2 euro ciascuna. Il collocamento si chiuderà, salvo proroghe, il 20 giugno.

Non era stata l’unica a ritirare l’Ipo l’anno scorso dalla borsa di Milano, segno di una generale sfiducia sulla situazione macroeconomica e politica italiana, soprattutto da parte di fondi esteri. Allo scadere della raccolta delle adesioni, Ieg aveva raccolto in quella occasione solo i due terzi dei 36 milioni di euro che cercava. La società è in forte crescita e vuole crescere ancora. Il 2018 si è chiuso con ricavi per oltre 159 milioni di euro e utili per quasi 11 milioni.

Il prossimo step è la presentazione del prospetto informativo presso la Consob. L’azienda fa sapere che il flottante, ovvero la quantità di azioni messe in vendita, sarà ottenuto attraverso un collocamento privato riservato ad investitori qualificati in Italia e all’estero. Le azioni oggetto dell’offerta sono quelle di Rimini Congressi e Salini Impregilo.

Il gruppo dunque ci riprova, allettando gli azionisti con il fitto calendario di manifestazioni fieristiche che richiamano ogni anno centinaia di migliaia di persone da tutto il mondo, in un quartiere espositivo che per dimensioni e tecnologie può dirsi all’avanguardia.