Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

forlì


In evidenza

FORLI': Incidente sul lavoro, rimane ferito gravemente un meccanico Cronaca

FORLI': Incidente sul lavoro, rimane ferito gravemente un meccanico

Nel pomeriggio di martedì un meccanico 40enne, socio dell’officina Nuova Coem, è rimasto ferito mentre lavorava su un camion bisarca all’interno del piazzale di via Righi. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che la lastra d’acciaio del camion di colpo sia caduta sull’operaio che si trovava sotto la pancia del mezzo per montare alcune lampadine. Sul posto sono intervenuti immediatamente i sanitari del 118, allertati dalla vicina carrozzeria. Sono stati proprio i carrozzieri i primi a soccorrere l’operaio. L’uomo ha subito un grave trauma al bacino ed è stato trasportato con il codice rosso all’ospedale di Cesena.


FORLÍ: “Venitemi a prendere o faccio del male alla mia ex”, autodenuncia di un giovane Cronaca

FORLÍ: “Venitemi a prendere o faccio del male alla mia ex”, autodenuncia di un giovane

“Venitemi a prendere, altrimenti faccio del male alla mia ex”. Con queste parole un 32enne cesenate che, nei giorni scorsi, si trovava a Forlì ha chiesto aiuto alla polizia. Il giovane si è autodenunciato raccontando che a seguito della conclusione della relazione con una ragazza di Forlì e per problemi, di natura psichica, ha avuto l’impulso di incontrarla e di fare qualcosa di brutto. I poliziotti hanno sequestrato il coltellino che aveva con sé e hanno richiesto un accertamento sanitario urgente. Il cesenate è stato ricoverato in ospedale sotto osservazione nel reparto psichiatrico, dove tuttora si trova.   


FORLI’: San Lorenzo in Noceto, ancora preoccupazione per i rifiuti tossici | VIDEO Attualità

FORLI’: San Lorenzo in Noceto, ancora preoccupazione per i rifiuti tossici | VIDEO

E’ ancora lì, nessuno ha mosso niente. Stiamo parlando della “discarica” situata a San Lorenzo in Noceto, una frazione tra Predappio e Forlì. Dopo il fallimento dell’azienda Ecotecnica, lo scorso luglio, tonnellate di rifiuti speciali sono rimasti abbandonati e senza una precisa destinazione. Dai controlli effettuati, i rifiuti presenti nel sito sarebbero circa mille tonnellate di cui un quinto di tipo pericoloso Ad agosto dello scorso anno il vicesindaco di Forlì, Lubiano Montaguti, aveva firmato un’ordinanza che imponeva di mettere in sicurezza l’area della Ecotecnica . Già allora erano state riscontrate, in seguito al sopralluogo del Dipartimento di Sanità Pubblica, problematiche che potevano  avere un effetto igienico sanitario sia sulla frazione circostante e potenzialmente su un territorio più ampio.  Come si legge sulla stampa locale, il consigliere regionale della Lega  Massimiliano Pompignoli, ha fatto notare come l’area sia tuttora un ‘deposito incontrollato di rifiuti’ che avrebbero dovuto essere rimossi. Le preoccupazioni da parte dei residenti della zona erano già state manifestate lo scorso anno durante alcune assemblee pubbliche organizzate dal comitato di quartiere. Ora la zona della discarica è stata limitata da una recinzione. Sempre sulla stampa locale si legge che la giunta comunale di Forlì  ha stanziato 300 mila euro per lo smaltimento dei rifiuti, cui se ne aggiungono altri 130 mila, che derivano dalla fidejussione che aveva fatto l’impresa, ma, vista la dimensione dei lavori, è necessaria una gara. Intanto la speranza dei circa 1100 cittadini di San Lorenzo in Noceto è che l’area venga al più presto bonificata e che non subentrino altre attività analoghe.      


EMILIA-ROMAGNA: Animali sulle strade, approvato il nuovo piano anti incidenti | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Animali sulle strade, approvato il nuovo piano anti incidenti | VIDEO

4000 incidenti negli ultimi 5 anni sono stati causati dalla presenza sulle strade di animali selvatici. Questo il dato fornito dalla Regione Emilia-Romagna che, nel corso di una conferenza stampa, ha presentato il nuovo piano faunistico per far fronte a questa emergenza. Dal 2014, infatti, è in corso una sperimentazione in diversi tratti stradali di Modena, Reggio Emilia, Rimini e Piacenza per cercare di porre un freno a questo fenomeno che, al contrario di quanto di crede, è causato in grandissima parte non dai cinghiali, bensì dai caprioli. Sensori elettronici, dissuasori acustici, recinzioni e cartellonistica sono le misure di prevenzione attuate e i risultati sono buoni. Tanto che in molte zone il numero di incidenti è sceso a zero. Ora spetterà ai gestori delle strade il compito di valutare la loro possibile attuazione nei tratti a maggior rischio.


MOTORI: Il Racing Team Le Fonti col coltello tra i denti nel 7° stage della Dakar | VIDEO Sport

MOTORI: Il Racing Team Le Fonti col coltello tra i denti nel 7° stage della Dakar | VIDEO

E’ in pieno svolgimento la seconda parte della Dakar e le Mini danno uno scossone al dominio nelle auto ad Al-Attiyah con Toyota. In Perù, nella notte italiana è andato in scena il settimo stage che ha riservato ai concorrenti in gara una sfida nell’anello di San Juan de Marcona. A trionfare è risultato il francese Peterhansel seguito da Roma e Sainz. Il qatariota, leader della classifica generale, ha comunque controllato la gara e limitati i danni. I primi 57km di trasferimento hanno aperto le fatiche di giornata, tra dune impervie e sabbia bollente sono risultati 323 i km cronometrati, per poi finire con gli ultimi 6 di passerella. La giornata ha tenuto sul filo del rasoio anche il Racing Team Le Fonti di Meldola: i piloti Schiumarini e Succi, con il navigatore Salvatore, hanno completato la propria manche in 18 snervanti ore. Un round faticosissimo, in cui le energie sono venute meno anche a causa dei numerosi ostacoli che hanno creato imprevisti a tanti equipaggi. Forature, insabbiamenti e guasti elettrici, come quello capitato a Loeb, hanno rivelato quello che la Dakar è: un inferno.


Notizie recenti