Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

forlì


In evidenza

ROMAGNA: Forte ondata di maltempo, alberi caduti e allagamenti | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Forte ondata di maltempo, alberi caduti e allagamenti | VIDEO

Un nubifragio ha coinvolto domenica gran parte del territorio romagnolo. Pioggia battente e vento hanno provocato, nel Ravennate, problemi di deflusso delle acque sul sistema fognario e si sono verificate diverse cadute di alberi sulla sede stradale, anche sulla strada statale Romea, che è stata bloccata all’altezza di Casalborsetti. I Vigili del Fuoco sono intervenuti in forze per fare fronte all'emergenza e in loro aiuto la Protezione Civile ha messo a disposizione cinque squadre di volontari dotate di motopompe e motoseghe. Allagamenti di cantine e garage si sono registrati in diversi comuni, a Conselice il tetto di una casa è in parte crollato. A causa della forte intensità del maltempo è stata rinviata la partita di calcio tra Ravenna e Seravezza Pozzi. Il campo dello stadio Benelli è stato giudicato impraticabile dall’arbitro della gara, che ha rinviato l’incontro. Anche nel Cesenate ci sono state decine di telefonate ai vigili del fuoco per alberi pericolanti. L'arrivo del maltempo con temporali e bombe d'acqua fa salire il conto dei danni nelle campagne, in un territorio duramente provato dalla siccità con fiumi e laghi ben al di sotto della media e terreni secchi. E' quanto afferma la Coldiretti in riferimento agli effetti della prima perturbazione violenta dell'autunno.


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 340 positivi e un decesso Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 340 positivi e un decesso

I dati del contagio di domenica Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 422.652 casi di positività, 340 in più rispetto a ieri, su un totale di 25.931 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’1,3%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età. Il conteggio progressivo delle somministrazioni di vaccino effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/. Alle ore 13 sono state somministrate complessivamente 6.408.733 dosi; sul totale sono 3.089.592 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 128 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 135 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 180 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 36,8 anni. Sui 128 asintomatici, 85 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 2 con lo screening sierologico, 28 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 3 tramite i test pre-ricovero. Per 10 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 73 nuovi casi, seguita da Ravenna (53), Modena (47), Parma (40) e Reggio Emilia (34); poi Rimini (31), Forlì (22), Piacenza e Ferrara (entrambe 12). Quindi Cesena (10) e, infine, il Circondario Imolese (6). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 8.218 tamponi molecolari, per un totale di 5.788.338. A questi si aggiungono anche 17.713 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 177 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 395.251. I casi attivi, cioè i malati effettivi, che oggi sono 13.942 (+162 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 13.508 (+159), il 96,88% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registra ancora un decesso: a Parma, una donna di 73 anni.   In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.459. Stabili, rispetto a ieri, il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: 48 (invariato); in leggero aumento quelli negli altri reparti Covid 386 (+3). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 4 a Piacenza (invariato rispetto a ieri); 4 a Parma (invariato); 2 a Reggio Emilia (invariato); 5 a Modena (invariato); 15 a Bologna (-1); 3 a Imola (invariato); 4 a Ferrara (invariato); 2 a Ravenna (invariato); 2 a Forlì (invariato); 1 a Cesena (invariato); 6 a Rimini (+1). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 26.159 a Piacenza (+12 rispetto a ieri, di cui 8 sintomatici), 32.257 a Parma (+40, di cui 23 sintomatici), 50.956 a Reggio Emilia (+34, di cui 23 sintomatici), 71.536 a Modena (+47, di cui 24 sintomatici), 88.584 a Bologna (+73, di cui 53 sintomatici), 13.464 casi a Imola (+6, di cui 1 sintomatico), 25.523 a Ferrara (+12, di cui 4 sintomatici), 33.294 a Ravenna (+53, di cui 40 sintomatici),18.470 a Forlì (+22, di cui 20 sintomatici), 21.336 a Cesena (+10, di cui 5 sintomatici) e 41.073 a Rimini (+31, di cui 11 sintomatici).


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 5 decessi e 340 nuovi positivi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 5 decessi e 340 nuovi positivi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 422.312 casi di positività, 340 in più rispetto a ieri, su un totale di 37.183 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’0,91%. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 6.396.143 dosi; sul totale sono 3.082.756 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 117 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 147 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 208 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37,3 anni. Sui 117 asintomatici, 67 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 4 con lo screening sierologico, 32 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 5 tramite i test pre-ricovero. Per 9 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Parma con 60 nuovi casi, seguita da Reggio Emilia (57) Bologna (51); poi Modena (37), Ravenna (32), Forlì (27), Rimini (25) e Piacenza (16). Quindi, , Cesena (14), Ferrara (13) e, infine, il Circondario Imolese (8). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 10.288 tamponi molecolari, per un totale di 5.780.120. A questi si aggiungono anche 26.895 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 192 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 395.074. I casi attivi, cioè i malati effettivi, che oggi sono 13.780 (+143 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 13.349 (+149), il 96,87% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano cinque decessi: tre nella provincia di Bologna (due donne rispettivamente di 87 e 62 anni, e un uomo di 83), uno nella provincia di Modena (una donna di 104 anni); uno nella provincia di Ravenna (un uomo di 68 anni). In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.458. In lieve aumento, rispetto a ieri, il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: 48 (+3); in leggero calo quelli negli altri reparti Covid 383 (-9). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 4 a Piacenza (+1); 4 a Parma (invariato rispetto a ieri); 2 a Reggio Emilia (invariato); 5 a Modena (invariato); 16 a Bologna (+2); 3 a Imola (invariato); 4 a Ferrara (-1); 2 a Ravenna (+1); 2 a Forlì (invariato); 1 a Cesena (invariato); 5 a Rimini (invariato). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 26.147 a Piacenza (+16 rispetto a ieri, di cui 11 sintomatici), 32.217 a Parma (+60, di cui 34 sintomatici), 50.922 a Reggio Emilia (+57, di cui 38 sintomatici), 71.489 a Modena (+37, di cui 24 sintomatici), 88.511 a Bologna (+51, di cui 32 sintomatici), 13.458 casi a Imola (+8, di cui 5 sintomatici), 25.511 a Ferrara (+13, di cui 8 sintomatici), 33.241 a Ravenna (+32, di cui 22 sintomatici),18.448 a Forlì (+27, di cui 24 sintomatici), 21.326 a Cesena (+14, di cui 8 sintomatici) e 41.042 a Rimini (+25, di cui 17 sintomatici).   


SOFTBALL: Forlì vuole piegare la resistenza di Saronno per conquistare la finale Sport

SOFTBALL: Forlì vuole piegare la resistenza di Saronno per conquistare la finale

È il fine settimana in cui il campionato di softball decide chi si contenderà lo scudetto. Nella sua semifinale, la Poderi dal Nespoli Forlì riparte dall'1-1 con cui si sono concluse le prime due partite contro Saronno. Era il risultato più pronosticato, e così è andata: meglio assortite le romagnole nel match dei lanciatori italiani, più forti al momento le varesine in quello dei pitcher stranieri. Se venisse confermata la tendenza, sarà inevitabile finire alla "bella", la quinta e decisiva partita della serie. Nell'altra semifinale, dopo il primo posto della regular season la sorpresa Castelfranco è già stata ridimensionata dal Bollate, che si è portato sul 2-0 e ha tutte le intenzioni di chiudere i conti alla svelta. La semifinale di andata non ha introdotto novità sensazionali. La squadra forlivese ha confermato sia le proprie certezze, sia alcuni dubbi che l'hanno accompagnata tutto l'anno, in primo luogo la tenuta difensiva. La Poderi dal Nespoli sa di dover essere perfetta, altrimenti son dolori: il fatto che nella circostanza debba affrontare l'attacco probabilmente più temibile del campionato non toglie nulla alla sostanza della questione. Un contributo di qualità deve aggiungerlo anche la lanciatrice americana Samantha Sheeley, i cui progressi rispetto a un mese fa sono tangibili, eppure per il line up del Saronno non è ancora abbastanza, almeno sabato scorso non lo è stato. E per tornare al discorso precedente, Sheeley non è una di quelle lanciatrici che inanellano strike out e vincono la partita da sole: Sheeley è un pitcher paziente e preciso, lavora gli avversari e cerca di farli battere male piuttosto che lasciarli al piatto, e quindi c'è bisogno di un robusto aiuto della difesa, di qui non si scappa. All'attacco romagnolo si chiede "solo" di confermarsi sui livelli correnti: come se fosse poco. Tutte sono in grado di battere, e di mettere pressione alla difesa del Saronno. Due istantanee in particolare servono meglio di tanti discorsi: il fuoricampo di Veronica Onofri, e la valida della "baby" Alice Spiotta, ottenuta contro Kelly Barnhill, nientemeno. Forlì non avrà le statistiche, buone e indiscutibili, che accompagnano Saronno, ma la profondità del line up, la pericolosità dal primo all'ultimo dei battitori, è un vantaggio che la Poderi dal Nespoli deve cercare di sfruttare. Gli orari sono gli stessi di sette giorni fa. Garauno prende il via alle ore 17, con la sfida fra lanciatrici italiane Nicolini - Cacciamani. In serata toccherà alle americane, col confronto Barnhill - Sheeley. In caso di quinta partita non c'è nessun obbligo da rispettare: potrebbe quindi esserci un duello Barnhill - Cacciamani.


CICLISMO: Tour de Bretagne, l'Androni Sidermec va a segno con Marchiori nella quinta tappa Sport

CICLISMO: Tour de Bretagne, l'Androni Sidermec va a segno con Marchiori nella quinta tappa

Con una bella volata Leonardo Marchiori ha vinto la quinta tappa del Tour de Bretagne. Il neoprofessionista dell’Androni Giocattoli Sidermec ha superato tutti nella Châteaubriant-Boisgervilly di 217 chilometri. Al secondo posto nello sprint di gruppo il neozelandese Gate e al terzo il belga Fretin. Per il 23enne Marchiori, che già aveva sfiorato il successo in primavera e al Tour de Bretagne aveva già colto due piazzamenti nella top-10, è la prima vittoria della carriera. Per l’Androni Giocattoli Sidermec la dodicesima della stagione. La giornata segnata dal bel successo di Marchiori, per l’Androni Giocattoli Sidermec purtroppo ha fatto registrare, cause cadute, i ritiri di Nicola Venchiarutti e Mattia Viel. Il Tour de Bretagne proporrà quest'oggi la sesta e penultima tappa (Quédillac-Fougères di 164 chilometri).


Notizie recenti