Guarda Teleromagna canale 14

forlì


In evidenza

EMILIA-ROMAGNA: Ferragosto, Coldiretti, in viaggio 1 italiano su 2 Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Ferragosto, Coldiretti, in viaggio 1 italiano su 2

Ferragosto è considerato il momento clou dell’estate. Vediamo quindi, nel nostro servizio, come lo passeranno gli Italiani,secondo un indagine di Coldiretti. Un italiano su due (50%) ha deciso di trascorrere Ferragosto fuori casa mettendosi in viaggio per raggiungere parenti o amici, andare in vacanza al mare, in campagna e in montagna o per fare una semplice gita magari con il tradizionale picnic, nonostante la preoccupazione per il maltempo. E' quanto emerge da una indagine Coldiretti/Ixè. Il Ferragosto - sottolinea la Coldiretti - resta comunque il momento clou delle vacanze degli italiani, con 22 milioni di turisti che quest'anno hanno scelto di concentrare le ferie nel mese di agosto nonostante le preoccupazioni per la crescita dell'inflazione e la difficile situazione internazionale con la guerra in Ucraina. Si registra una netta preferenza sulle mete nazionali spinta da una maggiore prossimità ai luoghi di residenza, dal desiderio di riscoprire le bellezze d'Italia o dalla voglia di ritornare in posti già conosciuti. Ma - spiega Coldiretti - c'è anche una quota del 23% di italiani, quasi 1 su 4 tra coloro che viaggiano, che ha deciso di trascorrere una vacanza all'estero nonostante i timori legati alla difficile situazione internazionale, ai costi e ai disagi nel trasporto aereo. Se il mare con il caldo si conferma in testa alla classifica delle mete preferite, campagna e parchi naturali contendono alla montagna il secondo posto ma - nota Coldiretti - recuperano terreno anche le città d'arte, prese d'assalto soprattutto dagli stranieri. Particolarmente apprezzate sono anche le scelte alternative per conoscere - sottolinea Coldiretti - una Italia cosiddetta "minore" con ben il 70% degli italiani in vacanza dichiara di visitare i piccoli borghi magari anche solo con una gita in giornata.


FORLI': Casa in fiamme, cane salvato dai vigili del fuoco | FOTO Cronaca

FORLI': Casa in fiamme, cane salvato dai vigili del fuoco | FOTO

Ieri pomeriggio i Vigili del Fuoco sono intervenuti a Forlì per un incendio divampato in una abitazione in via del Partigiano. L'allarme è stato dato intorno alle 18.30 e in pochi minuti le fiamme hanno avvolto tutta la casa provocando danni ingenti. Il personale di soccorso è comunque riuscito a circoscrivere l'incendio e a evitare che si propagasse nelle zone circostanti senza che ci fossero danni a persone o cose. Durante le operazioni di spegnimento i vigili del fuoco hanno provveduto anche a portare fuori dall'abitazione un cane, rimasto intrappolato in casa e che rischiava di soffocare a causa del fumo. 


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 1.926 nuovi casi, 8 decessi Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 1.926 nuovi casi, 8 decessi

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 1.793.235 casi di positività, 1.926 in più rispetto a ieri, su un totale di 12.054 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 4.918 molecolari e 7.136 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 15,9%. Vaccinazioni Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 10.765.760 dosi; sul totale sono 3.797.918 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 94,5%. Le dosi aggiuntive fatte sono 2.948.512. Il conteggio progressivo delle dosi di vaccino somministrate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati e le dosi aggiuntive somministrate. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/. Ricoveri I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 34 (-7 rispetto a ieri, -17,1%), l’età media è di 66,4 anni. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.236 (-101 rispetto a ieri, -7,6%), età media 75,5 anni. Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 2 a Piacenza (invariato rispetto a ieri); 2 a Parma (invariato); 3 a Reggio Emilia (invariato); 4 a Modena (invariato); 10 a Bologna (-1); 2 a Imola (-1); 6 a Ferrara (-1); 1 a Ravenna (-1); 1 a Forlì (invariato); 1 a Cesena (-1); 2 a Rimini (-2). Contagi L’età media dei nuovi positivi di oggi è di 52,5 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 291 nuovi casi (su un totale dall’inizio dell’epidemia di 368.508) seguita da Modena (256 su 273.655); poi Reggio Emilia (225 su 202.214), Parma (198 su 150.871), Ravenna (191 su 168.906); quindi Ferrara (188 su 127.976), Rimini (165 su 169.067), Cesena (131 su 100.904), Piacenza (129 su 92.079), Forlì (100 su 83.096) e, infine il Circondario Imolese con 52 nuovi casi di positività su un totale da inizio pandemia di 55.959. I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 35.362 (-1.448). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 34.092 (-1.340), il 96,4% del totale dei casi attivi. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Guariti e deceduti Le persone complessivamente guarite sono 3.366 in più e raggiungono quota 1.740.157. Purtroppo, si registrano 8 decessi: 3 in provincia di Parma (tre uomini di 81, 83 e 88 anni) 3 in provincia di Reggio Emilia (un uomo di 73 anni e due donne di 84 e 87 anni) 1 in provincia di Bologna (una donna di 73 anni) 1 in provincia di Ravenna (un uomo di 77 anni) Non si registrano decessi nelle province di Piacenza, Modena, Ferrara, Forlì-Cesena e Rimini. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 17.716.


EMILIA- ROMAGNA: Superare il prossimo inverno, pronti a consumare meno gas ed elettricità | VIDEO Attualità

EMILIA- ROMAGNA: Superare il prossimo inverno, pronti a consumare meno gas ed elettricità | VIDEO

Nonostante sia ancora caldo, il perdurare del conflitto in ucraina e l’attuale congiuntura internazionale con il conseguente aumento dei prezzi di elettricità e criticità nella fornitura del gas, fanno già pensare al prossimo inverno. E mentre i piani alti corrono al riparo con nuove alleanze e cercando nuovi fornitori per sostituire l'import di gas russo, si pensa a cosa possa fare ognuno di noi per risparmiare gas ed elettricità. Si parla di quasi 2,7 miliardi di metri cubi di gas metano e ridurre la bolletta delle famiglie di circa 180 euro/anno, grazie a un insieme di misure nel settore residenziale. Presentato infatti da ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile),  lo studio “Azioni per la riduzione del fabbisogno nazionale di gas nel settore residenziale”, che approfondisce due specifiche linee di azione, ovvero misure “comportamentali” e misure “amministrative” con particolare riferimento al riscaldamento invernale. In queste ultime rientra l’abbassamento di 1 °C dei termostati, dai 20° abituali a 19° per ottenere un risparmio medio del 10,7%; inoltre, la riduzione di un’ora al giorno dell’accensione può contribuire ad una diminuzione del 3,6% del consumo. ENEA ha diffuso anche un decalogo per il risparmio energetico, tra i consigli, usare lampadine a basso consumo, migliorare la coibentazione dell’abitazione, ridurre l’utilizzo di acqua calda, utilizzare valvole termostatiche, e fare un check up dell’abitazione. In parte, l'austerity è già scattata con la norma che ha stabilito che fino al 30 aprile prossimo le temperature degli edifici pubblici non saranno sopra 19 gradi in inverno e sotto 27 d'estate, con una sforbiciata a riscaldamento e condizionatori.


ROMAGNA:  Movimento turistico,  in aumento nel primo semestre ma non a livelli pre-covid | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Movimento turistico, in aumento nel primo semestre ma non a livelli pre-covid | VIDEO

Si iniziano a fare i primi bilanci per quanto riguarda il turismo in Romagna. I dati divulgati dalla Camera di Commercio per i territori di Forlì-Cesena e Rimini, relativi al primo semestre del 2022, registrano decisi incrementi, sia degli arrivi, sia delle presenze. Aumenti che, purtroppo, non riescono a compensare la perdita rispetto all’anno 2019 (pre-covid). Risultati positivi, quindi, nei primi sei mesi dell’anno. “I dati sul movimento turistico confermano la buona annata per il turismo nelle nostre province, nonostante non si siano recuperati pienamente i risultati pre-pandemia – commenta Roberto Albonetti, Segretario generale della Camera di commercio della Romagna. I dati provvisori relativi al movimento turistico in provincia di Forlì-Cesena, registrano una crescita annua degli arrivi dell’80,5%  e delle presenze del 76,8%. Nel confronto con le altre province emiliano-romagnole, Forlì-Cesena si piazza al quarto posto per crescita delle presenze, dopo Bologna (+129,5%), Parma (+94,8%) e Reggio Emilia (+80,1%), con una variazione annua inferiore a quella della media regionale (+79,5%). Rispetto all’anno pre-covid 2019, però, i numeri rimangono lievemente negativi (-5,5% di arrivi, -3,2% di presenze). Nella  provincia di Rimini, si registra una crescita annua degli arrivi dell’86,2% e delle presenze del 72,4%. Rispetto all’anno pre-covid 2019, però, i numeri rimangono ancora negativi (-20,5% di arrivi, -19,6% di presenze).Gli aumenti, rispetto ai primi sei mesi del 2021, interessano sia la clientela italiana sia quella straniera, con numeri più alti per quest’ultima.


Notizie recenti