Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

I PIÙ LETTI


**Europee: non ci sarà Pisano tra capilista M5S scelti da Di Maio**

Roma, 12 apr. (AdnKronos) - A quanto apprende l’Adnkronos, l’assessora all’Innovazione del Comune di Torino Paola Pisano non figura più nell'elenco delle 5 capilista per le Europee scelte dal capo politico Luigi Di Maio. Tra i 5 nomi indicati da Di Maio, tutti al femminile, ci sarebbero, oltre alla manager Alessandra Todde e alla giornalista antimafia Sabrina Pignedoli, una funzionaria Ue, una docente universitaria e una dirigente pubblica. Si tratta di nomi che verranno resi noti domani e sottoposti al voto della Rete, per essere ratificati, lunedì prossimo. Pisano, a quanto si apprende, era uno dei nomi inizialmente sondati dal vicepremier, ma i rumors su un suo ‘passaggio’ a Bruxelles avevano creato malumori in seno al M5S Torino. Anche per questo, con ogni probabilità, Di Maio -che domani sarà nel capoluogo piemontese per un evento con la sindaca Chiara Appendino e la stessa Pisano- avrebbe deciso di agire diversamente.


Bce: Draghi, 'fondamentali economia restano positivi'

Roma, 12 apr. (AdnKronos) - Le decisioni di politica monetaria "continuano a sostenera la domanda interna che resta la spina dorsale della crescita economica della zona euro". Nonostante "gli investimenti delle imprese hanno perso slancio, in fondamentali dell'economia restano favorevoli". Ad affermarlo è il presidente della Bce, Mario Draghi, al meeting dell'Fmi a Washington. "Condizioni finanziarie favorevoli e una domanda forte dovrebbero continuare a sostenere ulteriormente gli investimenti", sottolinea ancora il presidente dell'Istituto centrale di Francoforte. L'economia dell'area dell'euro, aggiunge, "è cresciuta ad un ritmo più lento del previsto nel 2018 dopo una crescita robusta nel 2017". Sulla crescita, ora, "pesano elementi di incertezza legati a fattori geopolitici, alla minaccia di protezionismo e pesa la vulnerabilità dei mercati emergenti". Il tasso di disoccupazione nella zona euro, rileva ancora Draghi, "ha continuato ascendere, raggiungendo il suo livello più basso dall'ottobre 2008. Il numero di persone occupate è aumentato di oltre dieci milioni dalla metà del 2013". Per Draghi, inoltre, "si prevede che l'espansione dell'attività globale proseguirà, sebbene a un ritmo più lento".


Europee: antirazziste e pro Lgbt, 'La Sinistra' lavora a liste, c'è anche Syriza/Adnkronos

Roma, 12 apr. (AdnKronos) - I lavori sono in corso per la composizione delle liste ma 'La Sinistra' già qualche tassello lo ha definito e domenica, al Quirino a Roma, aprirà ufficialmente la campagna elettorale. 'Noi con te. Contro il liberismo, contro il razzismo', lo slogan della lista che raccoglie Sinistra Italiana e Rifondazione Comunista. Quasi tutto il resto della galassia della sinistra salterà le elezioni europee. Potere al Popolo compreso. "Siamo l’unica lista di sinistra alle prossime elezioni europee", ha detto Nicola Fratoianni alla presentazione del simbolo.Fratoianni, segretario di Si, sarà tra i candidati ma probabilmente non capolista. Si punta infatti a tutte donne alla guida delle liste nelle 5 circoscrizioni. Già domani potrebbe essere definita la griglia. Comunque, assicura chi sta lavorando alle candidature, "le donne saranno tante". Tra queste, chi sarà sicuramente candidata è l'eurodeputata uscente Eleonora Forenza e Marilena Grassadonia, presidente dell'associazione 'Famiglie arcobaleno'. Ed ancora Paola Natalicchio, ex-sindaco di Molfetta, e Valentina Cera. Ci sarà anche una candidatura legata al tema migranti visto anche il legame che si è sviluppato in questi mesi tra Si e Mediterranea. Non è passata inosservata la presenza di Luca Casarini qualche giorno fa a Montecitorio, proprio in compagnia di Fratoianni, ma non trova conferma al momento la voce di una sua candidatura.


Libia: telefonata Conte-Merkel su crisi

Roma, 12 apr. (AdnKronos) - Telefonata oggi tra il premier Giuseppe Conte e la cancelliera Angela Merkel sulla crisi libica. E' quanto si apprende da fonti della presidenza del Consiglio.


Pfas: Veneto a Lombardia, Piemonte ed Emilia 'anomala presenza nelle acque del Po'

Venezia, 17 apr. (AdnKronos) - Il direttore dell’Area Tutela e Sviluppo del Territorio Nicola Dell’Acqua ha inviato una lettera ai colleghi delle Regioni Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna per comunicare i riscontri dell’ARPAV sulla significativa presenza di C6O4 nelle acque del fiume Po. Si tratta di una sostanza che appartiene alla famiglia dei composti delle meglio note sostanze perfluoro-alchiliche (PFAS), completamente artificiale.Dell’Acqua, che riveste anche il ruolo Commissario delegato per i primi interventi urgenti di Protezione Civile in conseguenza della contaminazione da PFAS delle falde idriche nei territori delle province di Vicenza, Verona e Padova, nella comunicazione ufficiale sottolinea che la presenza in concentrazione anomala dei C6O4 nel fiume Po viene segnalata in quanto non può pervenire dal sito inquinato della ditta Miteni di Trissino, in provincia di Vicenza, che in Veneto rappresenta il luogo di maggiore concentrazione di sostanza PFAS a livello regionale. La comunicazione avviene, altresì, in assenza di limiti nazionali in materia, pur nella consapevolezza che si tratta di un campanello d’allarme che merita attenzione anche nelle altre regioni attraversate dal fiume Po. Va ricordato che, invece, Regione Veneto ha posto nuovi livelli riferimento per i parametri PFAS nelle acque destinate al consumo umano da ottobre 2017, ponendo come limite zero PFAS. Il direttore dell’Area Tutela e Sviluppo del Territorio della Regione Veneto conclude offrendo disponibilità ai colleghi nel fornire ulteriori dati e dettagli relativamente ai rilievi di ARPAV.


Cassette per l'ortofrutta, avviate al riciclo più del 70%

Roma, 17 apr. - (AdnKronos) - Più del 70% delle cassette per ortofrutta sono state intercettate e riutilizzate come materia prima seconda per la produzione di nuove casse. E' questo il risultato del Conip, il Consorzio nazionale imballaggi in plastica, che rende pubblici i risultati raggiunti in 20 anni di attività. In particolare, sono 86mila le tonnellate l’anno di casse in materiale riciclato e riciclabile immesse al consumo e oltre 60mila le tonnellate raccolte e avviate a riciclo nel 2017. Il sistema produce annualmente risparmi economici e ambientali: 2,2mln di GJ di energia primaria risparmiata, 148mila tonnellate di emissioni di CO2 equivalente evitate, 599mln di litri d’acqua non consumata, 133mila tonnellate di materia prima vergine risparmiata, 40mln di euro di risparmio sulle importazioni di petrolio.Tutti i dati sono contenuti nel Green Economy Report 2018 la cui presentazione è al centro dei lavori del convegno “Chiudere il cerchio. L’economia circolare nella filiera distributiva dell’ortofrutta. Il caso Conip”, che si è svolto oggi a Roma. Il documento è stato realizzato da Conip in collaborazione con la Fondazione per lo sviluppo sostenibile.“Pensiamo che la nostra sia una storia bella da raccontare, una testimonianza di come la circular economy non sia una teoria astratta e lontana, ma una realtà concreta e attuale. E credo che il nostro Consorzio, radicato in questa realtà, svolga un ruolo molto importante” afferma Cosimo Damiano De Benedittis, direttore generale Conip.Il convegno ha affrontato anche il tema della sostenibilità della filiera distributiva dell’ortofrutta, a partire dalla collaborazione tra Conip e i mercati generali, luoghi privilegiati della raccolta degli imballaggi. Il presidente di Italmercati, Fabio Massimo Pallottini, constata, tuttavia, il proliferare di sistemi illegali che reimmettono in circolo le cassette in plastica e auspica il rafforzamento dei controlli per prevenire i furti, che sottraggono preziosa materia prima al sistema produzione-utilizzo-raccolta-riciclo.Altro argomento dell’evento è la volontà di sfatare l’equazione materiale=inquinamento. La sfida della nuova economia è quella di industrializzare il fine vita degli oggetti, trasformando il rifiuto in risorsa. Servono forti politiche industriali, nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente. Tre i pilastri: imprese efficienti, consumatori educati e in grado di facilitare la raccolta e il riciclo, una politica che metta a disposizione norme, autorizzazioni e servizi.


Fs: a Roma con app Nugo più facile acquistare serivzi Atac (2)

(AdnKronos) - Il controllo avviene tramite un codice univoco attraverso il quale i controllori di Atac possono accertare la validità del biglietto. Lanciata a giugno 2018 dal Gruppo Fs Italiane, nugo permette di acquistare soluzioni di viaggio che integrano diverse modalità di trasporto: dal treno all’aereo, dall’autobus alla metropolitana, dal traghetto al car e bike sharing. L’app è semplice e intuitiva: selezionando partenza e arrivo, nugo elenca tutte le possibili soluzioni per raggiungere la destinazione, combinando diversi mezzi di trasporto e indicando per ognuno di essi la durata del viaggio e il prezzo del biglietto. Una volta scelto il mezzo, o la combinazione di mezzi proposti, è possibile acquistare con un solo click tutti i biglietti, rendendo quindi molto più rapido e pratico organizzare i propri viaggi. Attraverso filtri e preferenze è inoltre possibile personalizzare il viaggio rendendo gli itinerari sempre più affini alle esigenze di ogni persona. L’app è disponibile e scaricabile gratuitamente dagli store Google Play e App Store.