Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

I PIÙ LETTI


RAVENNA: Lido di Dante, al via il festival Naturista | VIDEO attualità

RAVENNA: Lido di Dante, al via il festival Naturista | VIDEO

  Ritorna a Lido di Dante, vicino Ravenna, l’ordinanza che mancava dal 2006 per riservare 400 metri di arenile ai nudisti. Il patrocinio dell’amministrazione ravennate apre inoltre l’aspettativa che possa essere estesa a tutta la stagione balneare. Grazie anche al  Festival Naturista che dal 25 al 28 maggio propone musica, teatro, arte e sport all’insegna di una ricerca del corpo libera dai vestiti, ma anche dai condizionamenti estetici e culturali imposti dalla società dei consumi.


CESENATICO: A giugno riparte il catamarano per la Croazia | VIDEO attualità

CESENATICO: A giugno riparte il catamarano per la Croazia | VIDEO

Per la gioia dei vacanzieri, torna il collegamento tra Cesenatico e la Croazia, con viaggi frequenti e la scelta tra tre destinazioni aldilà dell’Adriatico. A partire dal primo giugno, e fino al 2 settembre, il catamarano veloce Euro Fast opererà le tratte dal porto vinciano, unico punto di partenza in Emilia-Romagna, fino a Lussino, Rovigno e l’isola di Arbe. Da Pesaro invece sarà possibile raggiungere l’isola di Pago-Novalja. A prendere l’iniziativa sono stati due tour operator marchigiani, che hanno deciso di puntare su questo collegamento avvalendosi del mezzo dell’armatore romagnolo Nazzareno Righetti. I viaggi verso le perle croate, caratterizzate da acqua cristallina e clima mite, erano già stati organizzati in passato. Nel 2016, dopo una pausa di tre anni, era tornato il collegamento, ma con poche traversate concentrate nel periodo di massimo afflusso turistico. Da giugno invece si potrà addirittura optare per una gita in giornata, con ritorno alle 22, al prezzo di 58 euro. L’imbarcazione può trasportare fino a 270 passeggeri e viaggia a una velocità di 26 nodi.


RAVENNA: Sesso a tutto volume nell'androne del palazzo, intervengono i carabinieri cronaca

RAVENNA: Sesso a tutto volume nell'androne del palazzo, intervengono i carabinieri

Una donna di 40 anni e un giovane di 21 sono stati sanzionati per atti osceni in luogo pubblico. I fatti si sono svolti sabato pomeriggio in un condominio di Ravenna, quando un abitante del palazzo è stato allarmato da alcune grida provenienti dal sottoscala. Le urla erano talmente forti che l’uomo aveva pensato che potesse essere in atto una violenza sessuale e aveva quindi allertato le forze dell’ordine. Al loro arrivo, tuttavia, gli agenti hanno constatato come non si trattasse di un episodio di stupro, bensì di un’incontrollata passione tra i due amanti che, dopo essersi conosciuti poche ore prima nella zona della stazione, avevano sfruttato il portone aperto del condominio per un incontro sessuale.


RAVENNA: Maltrattamenti all'asilo, la maestra era sotto effetto di droghe cronaca

RAVENNA: Maltrattamenti all'asilo, la maestra era sotto effetto di droghe

Era in cura al Sert da 10 anni e stava seguendo un percorso di riabilitazione a base di metadone e antidepressivi. Cosa che, tuttavia, non le impediva di assumere oppiacei, cocaina e cannabis. E’ quanto è emerso dall’indagine condotta nei confronti di una maestra d’asilo che lavorava nel Lughese denunciata per maltrattamenti nei confronti dei sui piccoli alunni, così come riportato oggi dal Corriere Romagna. Il primo caso risale a dicembre del 2017, quando tre bambini avevano raccontato alle rispettive famiglie di aver visto la maestra sbattere la testa di un compagno contro un tavolo. Da li si sono aggiunte le testimonianze di altri minori, per un totale di 11, accompagnate dai filmati che sono stati registrati dalle telecamere. Nei giorni corsi è stato notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari. (immagine di archivio)


CESENA: Trascinata in un campo per essere violentata, 20enne salva per un pelo cronaca

CESENA: Trascinata in un campo per essere violentata, 20enne salva per un pelo

E’ stata aggredita da un uomo che l’ha strascinata in un campo di girasoli e ha tentato di stuprarla. Vittima della vicenda una 20enne che, nella prima serata di ieri, stava percorrendo da sola la pista cicliabile di Martorano, nel cesenate. Qui, secondo quanto riportato dal Corriere Romagna, un uomo le si è avvicinato e l’ha trascinata nel campo adiacente alla strada tentando di abusare di lei. La giovane ha però opposto resistenza e si è divincolata dalla presa del bruto riuscendo a darsi alla fuga per poi avvisare le forze dell’ordine con il cellulare. In pochi minuti si è scatenata una caccia all’uomo che si è conclusa in pochi minuti quando gli agenti hanno trovato il colpevole che cercava di nascondersi nello stesso campo di girasole dove era avvenuto il fatto. Nel frattempo la giovane vittima è stata condotta all’ospedale per le cure del caso.


RAVENNA: Bimbo di 4 anni annega nel parco acquatico di Mirabilandia cronaca

RAVENNA: Bimbo di 4 anni annega nel parco acquatico di Mirabilandia

Poco dopo le 15 di mercoledì un bambino di 4 anni è annegato all'interno dell'area acquatica di Mirabilandia, il parco divertimenti del Ravennate. Il bimbo, in base alle prime informazioni, sarebbe annegato nonostante la disperata corsa in ospedale e il lungo tentativo di rianimazione. Le sue condizioni sarebbero apparse subito gravissime al personale del 118 intervenuto con ambulanza ed elisoccorso e sarebbe deceduto durante il trasporto al nosocomio. I rilievi e le indagini sono in mano ai carabinieri.   LEGGI GLI ALTRI APPROFONDIMENTI RAVENNA: Bimbo morto a Mirabilandia,parla Macini, la madre tra i probabili indagati RAVENNA: Bimbo morto a Mirabilandia, il parco, "nostro totale supporto"


SAVIGNANO SUL R.: 33enne muore dopo la cena a base di sushi cronaca

SAVIGNANO SUL R.: 33enne muore dopo la cena a base di sushi

Una 33enne originaria del Marocco è morta dopo aver mangiato del sushi nei pressi di un noto centro commerciale di Savignano sul Rubicone. Secondo quanto emerso, la donna era andata a cena in un fast-food asiatico col marito e il figlio di 5 anni. Successivamente, sia lui che lei si sono sentiti male. L'uomo avrebbe rigurgitato tutto dopo forti malori allo stomaco mentre la donna ha continuato a stare male finendo in ospedale e morendo dopo cinque giorni di coma. Per il piccolo invece nessuna conseguenza. La Procura di Forlì ha aperto un'inchiesta. Dalle prime analisi sembra emergere una crisi allergica per la donna ma si vuole capire il motivo per cui anche il marito ha accusato malori. Ausl e Nas hanno ispezionato il locale.