Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

I PIÙ LETTI


EMILIA-ROMAGNA: Riapertura scuole, Bonaccini, "decidiamo dopo incontro coi sindaci" attualità

EMILIA-ROMAGNA: Riapertura scuole, Bonaccini, "decidiamo dopo incontro coi sindaci"

Sulla eventuale proroga o meno dell’ordinanza di chiusura delle scuole in Emilia Romagna si deciderà questo pomeriggio dopo una riunione tra il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, i sindaci dei comuni capoluogo e i presidenti delle Province: lo ha confermato lo stesso governatore a margine della seduta d’insediamento dell’Assemblea legislativa regionale. Questo pomeriggio “mi incontro con i sindaci dei comuni capoluogo e con i presidenti delle Province - ha spiegato Bonaccini - per valutare se debbano essere estese complessivamente per un’altra settimana le misure restrittive di chiusure o sospensioni o valutare se togliere qualche sospensione o meno”. Una decisione che verrà presa “nel massimo equilibrio possibile sentendo costantemente il governo italiano e i miei colleghi presidenti a partire da quelli delle regioni che sono state. insieme alla nostra, più colpite dal coronavirus”, ha concluso.


EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, da lunedì università chiuse, Bonaccini "Valutiamo la chiusura totale delle scuole" attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, da lunedì università chiuse, Bonaccini "Valutiamo la chiusura totale delle scuole"

In Emilia-Romagna sospensione dell'attività didattica - lezioni, esami, sedute di laurea - in tutte le università della regione da domani, lunedì 24, a sabato 29 febbraio compresi. La decisione, comunica il presidente della Regione Stefano Bonaccini, è stata presa "vista l'alta mobilità degli studenti, in accordo con il ministero dell'Università e della Ricerca scientifica e le nostre Università" La Regione Emilia-Romagna sta "valutando la chiusura di ogni scuola di ordine e grado, asili nido, impianti sportivi pubblici e privati e dei musei" per la situazione sanitaria legata al coronavirus. Una decisione, spiega il presidente Stefano Bonaccini, che "stiamo esaminando e definendo in tutti i suoi aspetti, anche alla luce dei provvedimenti varati dal Consiglio dei ministri ieri sera"


RAVENNA: Lido di Dante, al via il festival Naturista | VIDEO attualità

RAVENNA: Lido di Dante, al via il festival Naturista | VIDEO

  Ritorna a Lido di Dante, vicino Ravenna, l’ordinanza che mancava dal 2006 per riservare 400 metri di arenile ai nudisti. Il patrocinio dell’amministrazione ravennate apre inoltre l’aspettativa che possa essere estesa a tutta la stagione balneare. Grazie anche al  Festival Naturista che dal 25 al 28 maggio propone musica, teatro, arte e sport all’insegna di una ricerca del corpo libera dai vestiti, ma anche dai condizionamenti estetici e culturali imposti dalla società dei consumi.


ROMAGNA: Bagnara, il paese immune al coronavirus che fece voto solenne nel 1600 | VIDEO attualità

ROMAGNA: Bagnara, il paese immune al coronavirus che fece voto solenne nel 1600 | VIDEO

Sono 751 i casi accertati di contagiati da coronavirus in provincia di Ravenna, numeri che però nelle prossime ore potrebbero salire perché a quanto si apprende, i laboratori stanno svolgendo analisi anche su campioni provenienti da fuori zona. In tutta la provincia però c’è un paese, che di casi non ne avrebbe avuto neanche uno da quanto è iniziata l’emergenza sanitaria. Si tratta di Bagnara di Romagna, cittadina da 2400 abitanti della Bassa lughese ma distante pochi chilometri dal comprensorio di Imola. In questo piccolo centro in cui spicca l’antica rocca e che è circondato da ridenti campi coltivati, la porta della chiesa è aperta, e dall’esterno si intravede la statua di una Madonna sovrastante l’altare, alla quale nel 1631 in tempo di peste la comunità fece un pubblico voto, che da allora si celebra ogni anno l’ultima domenica di Luglio. Particolare, rivela Don Pierpaolo, fu inoltre l’episodio del ritrovamento della Beata Vergine vicino al fiume da parte di un contadino, Antonio Camangi ed il motivo per cui la statua sacra si trova a Bagnara e non a Mordano.


EMILIA-ROMAGNA: Vivai aperti, consegne a domicilio contro la paura di uscire | VIDEO attualità

EMILIA-ROMAGNA: Vivai aperti, consegne a domicilio contro la paura di uscire | VIDEO

Via libera alla vendita di semi, piante, fiori, fertilizzanti, ammendanti e altri prodotti del settore, grazie ai chiarimenti relativi all’articolo uno dell’ultimo decreto anti Coronavirus, che si possono leggere anche sul sito del Governo e vengono costantemente aggiornati. Chi ha chiuso può quindi riaprire per cercare di salvare più produzione possibile, anche attrezzandosi con le consegne a domicilio, come ha fatto il vivaio Sartini di Rimini. Si stima che se la situazione non dovesse tornare alla normalità entro il mese di maggio, verrà buttato via tra il 50 e il 60 per cento di quel che è presente attualmente nelle serre e nei vivai.


EMILIA-ROMAGNA: Turismo, l’assessore Corsini “Riaperture graduali speriamo a breve” | VIDEO attualità

EMILIA-ROMAGNA: Turismo, l’assessore Corsini “Riaperture graduali speriamo a breve” | VIDEO

Sarà un’estate senza dubbio diversa, a causa ovviamente del Coronavirus, quella che si prospetta per il comparto turistico romagnolo: in proposito abbiamo intervistato l’assessore regionale Andrea Corsini che ipotizza una graduale riapertura delle attività nel giro di qualche settimana, ecco cosa ci ha detto. "Noi abbiamo messo in piedi in questi giorni una serie di gruppi di lavoro tematici per aree, quindi stabilimenti balneari, ricettività e locali pubblici, per scrivere alcune regole di comportamento per non farci trovare impreparati quando, speriamo presto, ci sarà il momento di iniziare ad aprire l'industria dell'ospitalità". Lo afferma Andrea Corsini, assessore regionale dell'Emilia-Romagna al turismo, commercio e trasporti. "Possiamo auspicare, sperare che tra qualche settimana si possa cominciare ad aprire gradualmente qualche attività - spiega -  naturalmente presumo con alcune regole di comportamento". Secondo l'assessore "alcune attività, con qualche riorganizzazione, potranno riprendere direi quasi normalmente il proprio lavoro" come ristoranti o alberghi, mentre "altre avranno più difficoltà - sottolinea Corsini - come le discoteche o gli happy hour". "Vediamo in queste ore il nuovo decreto del Governo cosa prevederà rispetto alla liquidità da dare alle imprese e al sostegno da dare ai lavoratori stagionali. Sarà un decreto che conterrà molte risorse". Così l'assessore regionale al turismo e commercio dell'Emilia-Romagna Andrea Corsini. "Da parte nostra - spiega - integreremo le misure del Governo con una serie di aiuti, una parte li abbiamo già varati con i provvedimenti marzo, ma certamente non lasceremo sole le imprese".