Guarda TR24 Canale 78, il network all news del territorio

I PIÙ LETTI


RAVENNA: Coronavirus, tre strutture ponte per tutelare gli anziani delle CRA | VIDEO attualità

RAVENNA: Coronavirus, tre strutture ponte per tutelare gli anziani delle CRA | VIDEO

Sono tre le strutture intermedie a Ravenna e provincia che serviranno a preservare maggiormente dal coronavirus le Case Residenza per Anziani (CRA). E’ stato infatti istituito un Nucleo Osservazionale, con funzioni di filtro per i dimessi dall'ospedale, prima del rientro alla CRA di provenienza e per i nuovi ingressi. I tre sindacati, Cgil, Cisl, Uil si sono confrontati con il Comitato di Distretto di Ravenna sugli interventi organizzativi messi in campo per affrontare l'emergenza epidemiologica da coronavirus, con particolare attenzione ai servizi per anziani e disabili. I Nuclei osservazionali sono stati identificati a Ravenna nella struttura Galla Placidia, a Faenza a Sant’Umiltà e a Fusignano al San Rocco.  


ROMA: Coronavirus, Governo verso l'estensione del lockdown fino al 3 maggio attualità

ROMA: Coronavirus, Governo verso l'estensione del lockdown fino al 3 maggio

Il governo va verso il prolungamento del lockdown fino al 3 maggio. E' quanto apprende ANSA da fonti sindacali al termine del vertice tra il premier Giuseppe Conte e le parti sociali. Secondo le stesse fonti si valuta la possibilità di poche riaperture mirate nell'ambito dei codici Ateco delle attività essenziali. Nei prossimi giorni - si spiega - verrà istituito un gruppo di lavoro per prefigurare le condizioni per una riapertura progressiva.


EMILIA-ROMAGNA: Tricolore illumina gli stabilimenti di Conserve italia | FOTO attualità

EMILIA-ROMAGNA: Tricolore illumina gli stabilimenti di Conserve italia | FOTO

Tricolore sulle facciate degli stabilimenti romagnoli di Conserve Italia che producono succhi di frutta. A Barbiano di Cotignola e Massa Lombarda, nel Ravennate, e San Prospero di Imola dove compare il logo Yoga, il verde, il bianco e il rosso della bandiera italiana illuminano le strutture nelle notti di festività pasquali durante l’emergenza Coronavirus.  “È una delle modalità che abbiamo scelto per ringraziare chi è impegnato tutti i giorni ad affrontare questa emergenza sanitaria, dai medici e gli infermieri negli ospedali, fino ai nostri collaboratori che continuano a lavorare per produrre alimenti e bevande per la popolazione. Ed è anche l’occasione per ricordarci che siamo un grande Paese e che solo insieme e uniti potremo uscire da questa situazione e ripartire” ha dichiarato il direttore generale di Conserve Italia, Pier Paolo Rosetti. Nelle prossime notti Conserve Italia illuminerà con i colori del tricolore anche gli altri stabilimenti produttivi presenti in Italia.  


CESENA: Centrale del Latte, ecco il servizio di consegna a domicilio attualità

CESENA: Centrale del Latte, ecco il servizio di consegna a domicilio

In questo momento di difficoltà la Centrale del Latte di Cesena rinnova l'impegno verso il territorio e da oggi attiva il servizio di ordine della spesa online con consegna a domicilio. Per ora il servizio è disponibile solo in alcune zone del territorio cesenate (le zone sono indicate collegandosi al sito) dove è possibile acquistare tutti i prodotti a marchio Centrale del Latte di Cesena e altri prodotti commercializzati. Il minimo d'ordine è di 30 euro e la consegna è sempre gratuita. È sufficiente collegarsi alla pagina www.centralelattecesena.it/ordina  ed inviare l'ordine entro le 16: la spesa sarà consegnata il giorno lavorativo successivo nella fascia oraria 10/15 (domeniche e festivi esclusi). Diverse le modalità di pagamento accettate: contanti, pagamento elettronico con bancomat, carta di credito e anche con Satispay. La spesa online prevede latte, yogurt, panna, burro, mascarpone, formaggi freschi, formaggi stagionati e tanti altri prodotti di prima necessità. È questo un ulteriore impegno dell'azienda in questo momento di così grande difficoltà per andare incontro alle esigenze dei tanti consumatori.


ROMAGNA: Pasqua blindata, strade pattugliate contro le uscite ingiustificate | VIDEO attualità

ROMAGNA: Pasqua blindata, strade pattugliate contro le uscite ingiustificate | VIDEO

Pasqua e Pasquetta preoccupano gli epidemiologi. Il bel tempo e la voglia di evadere rischiano di far uscire di casa più trasgressori del solito. Per questo in Romagna è stato messo in campo un dispiegamento di forze mai visto prima. L’obiettivo è scongiurare gli assembramenti e le uscite ingiustificate, in particolare verso le seconde case. L’attenzione parte dalla costa e dai centri urbani maggiori per arrivare alle arterie dell’entroterra. Ovunque le istituzioni locali chiedono rigore. Saranno fermate quante più vetture possibili per verificarne le autocertificazioni. L’intensificazione dei controlli parte da venerdì per proseguire con lo stesso ritmo fino a lunedì. Divise in campo su più turni dalle prime ore del mattino fino a tarda notte, e non mancherà il personale in borghese. Osservata speciale la provincia di Rimini su cui vige un’ordinanza regionale a maglie più strette. 350 le donne e gli uomini delle forze dell’ordine qui impegnati. Attivi i posti di blocco alle principali vie d’accesso della provincia. Particolarmente agguerrita è Riccione che ha promesso di fermare tutte le auto in movimento. “Massima severità sul controllo delle autocertificazioni”, ha detto l’assessora comunale Elena Raffaelli. Nella provincia di Ravenna le divise impegnate sono 120. I droni permetteranno di osservare spiagge, parchi e passeggiate. Pure le chiese. E i controlli proseguiranno in mare grazie alle unità navali della Guardia di Finanza. Si ricorda che le sanzioni per chi trasgredisce vanno dai 400 ai 3.000 euro. Per le persone in quarantena che escono di casa la pena è il carcere da uno a cinque anni. Misure che saranno probabilmente riadottate nei prossimi weekend festivi del 25 aprile e primo maggio dato che il governo sembra essere intenzionate a tenere tutti a casa almeno fino al 3 maggio.


SAN MARINO: Dieci nuovi casi di coronavirus, 43 sanitari in quarantena attualità

SAN MARINO: Dieci nuovi casi di coronavirus, 43 sanitari in quarantena

Sono 260 i casi di positività al coronavirus a San Marino, dieci in più di ieri. Lo comunica il gruppo di coordinamento per le emergenze sanitarie del Titano. 41 persone sono ricoverate all’ospedale (14 in Rianimazione con sintomatologia severa, 7 femmine e 7 maschi, 27 nelle degenze di isolamento predisposte con sintomi moderati, 13 maschi e 14 femmine) e 219 in isolamento a domicilio (femmine 114, maschi 105). Il numero di decessi è stabile a 34. 50 i guariti, uno in più di ieri. Sono 106 i dimessi a domicilio per migliorate condizioni cliniche, 446 le quarantene domiciliari sui contatti stretti compresa la rete familiare, amicale e personale sanitario (396 laici, 43 sanitari, 7 Forze dell’Ordine).


EMILIA-ROMAGNA: "Musica che cura", festival online per solidarietà attiva in emergenza Covid19 | FOTO attualità

EMILIA-ROMAGNA: "Musica che cura", festival online per solidarietà attiva in emergenza Covid19 | FOTO

Due giornate di musica live in cui unirsi ad artisti del panorama italiano e internazionale per la solidarietà attiva durante l'emergenza Covid19. Musica Che Cura Streaming Festival, ideato da Django Concerti, è l’evento che prende vita sul web il 10 e 11 aprile. A partire dalle ore 18.30 – per entrambe le giornate – Musica Che Cura StreamingFestival proporrà una staffetta virtuale in cui più di 30 artisti - tra cui Murubutu, ClaverGold, Davide Shorty, Mama Marjas, Dj Gruff, Nandu Popu (Sud Sound System), MarianneMirage, Massimo Zamboni, Goodblesscomputers, fino ad superare i confini con i contributi internazionali di Clinton Fearon (Jamaica), Chico Trujllo (Cile) Eskorzo (Spagna) e molti altri -si passeranno il microfono regalandoci i loro showcase casalinghi. Come ogni festival che si rispetti, le due giornate di live termineranno con dj set e si legheranno con un filo rosso tra le diverse performance, i messaggi di giornalisti e artisti come KrisReichert, Petra Loreggian (Radio 105), Carlo Pastore (MI AMI Festival / Niente distrano), Moko (Radio 105), Giovanni Ansaldo (Internazionale), Federico Durante(Billboard), Seun Kuti, Leonardo Zellino (TG2 - Rai), Don Ciccio e Michele Wad (RadioDeejay), che presenteranno e ricorderanno al pubblico l’obiettivo della due giorni di DjangoConcerti, ovvero contribuire attraverso la raccolta fondi attiva su GoFundMe a sostenere il Dipartimento della Protezione Civile nell'impegno per l’emergenza Coronavirus (è giàpossibile donare il proprio contributo attraverso il link seguente https://bit.ly/MusiCureFestival). Sarà possibile seguire Musica Che Cura Streaming Festival sulla Pagina Facebookdi Django Concerti e su quelle dei diversi artisti e partner che hanno aderito all’iniziativa, su LepidaTV (www.lepida.tv e canale YouTube LepidaTV OnAir e sul canale118 del digitale terrestre o 5118 di Sky) e sulla Pagina di Emilia-Romagna MusicCommission grazie alla collaborazione con Regione Emilia-Romagna e Bologna Città dellaMusica UNESCO.   L’evento sarà trasmesso in differita da Teleromagna