Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

politica


EMILIA-ROMAGNA: Borgonzoni (Lega) “Molte persone vanno a curarsi in altre Regioni” | VIDEO Politica

EMILIA-ROMAGNA: Borgonzoni (Lega) “Molte persone vanno a curarsi in altre Regioni” | VIDEO

Duello a distanza sulla sanità. La candidata leghista alle elezioni regionale emiliano-romagnole, Lucia Borgonzoni, ha risposto negli studi di Teleromagna alle affermazioni del presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, il quale ha detto che sul fronte liste d’attesa “si può fare meglio, ma siamo la prima Regione in Italia nelle risposte per le prestazioni sanitarie di prima fascia”. “È ovvio che se prendiamo la sanità di altre regioni, la nostra è migliore”, ha detto Borgonzoni, “ma abbiamo un problema. Ci sono moltissime persone, penso alla provincia di Modena, che vanno a operarsi in Lombardia. Sono milioni di euro che non vengono spesi qua, ma da un’altra parte. Mentre ci sono persone che vengono a curarsi qua, altri devono allontanarsi dalla nostra Regione. Questo perché non c’è un piano, come avviene in Veneto, per avere posti letto in più per chi proviene da un’altra Regione”.


EMILIA-ROMAGNA: Autonomia, Bonaccini, "bozza ok, chiudiamo prima del voto" Politica

EMILIA-ROMAGNA: Autonomia, Bonaccini, "bozza ok, chiudiamo prima del voto"

Ma si parla anche di manovra: "sulla plastic tax è necessario trovare una soluzione" "La legge cornice sull'Autonomia differenziata trasmessaci dal ministro Boccia mi sembra vada nella giusta direzione, ossia non frena il percorso già avviato da alcune regioni tra cui l'Emilia Romagna. Ora è importante chiudere il confronto sul merito del nostro progetto, noi siamo pronti. Sarei ben lieto se ciò accadesse prima delle elezioniRegionali del 26 gennaio". A dirlo è il presidente dell' Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, intervistato dal Sole 24 Ore. In merito alla novità del commissario, "più che sullo strumento mi concentrerei sull'obiettivo: livelli essenziali di prestazioni (Lep) e fabbisogni standard debbono essere definiti in un tempo congruo e in modo condiviso", osserva Bonaccini. "È fissato il termine di un anno, trascorso il quale si procede intanto con la spesa storica, ed è previsto il pieno coinvolgimento della Conferenza delle Regioni anche in sede tecnica. Peraltro, non credo che una commissione farebbe prima di un commissario". Sulla plastic tax "è necessario trovare una soluzione. Ieri in giunta regionale abbiamo approvato una delibera che definisce la strategia dell'Emilia-Romagna per superare la plastica monouso. Lo abbiamo fatto raccogliendo le osservazioni e il contributo delle associazioni d'impresa, delle organizzazioni sindacali e di Legambiente. È la dimostrazione che si può fare", rimarca Bonaccini. "Più in generale, ambiente e lavoro sono oggi due cardini imprescindibili di qualsiasi politica di sviluppo sostenibile, come prevede l'Agenda 2030: non si possono mettere in contrapposizione. Sono fiducioso che governo e Parlamento troveranno una composizione ragionevole".


IMOLA: Ex sindaca Sangiorgi espulsa dal Movimento 5 Stelle Politica

IMOLA: Ex sindaca Sangiorgi espulsa dal Movimento 5 Stelle

Manuela Sangiorgi, sindaca dimissionaria di Imola, è stata espulsa dal Movimento Cinque Stelle. A comunicarlo sulla propria pagina Facebook i Cinquestelle imolesi. La Sangiorgi, in carica dall'anno scorso, si è dimessa il 28 ottobre per contrasti interni alla maggioranza. Il movimento ha aggiunto che “nessuno dallo staff nazionale ha mai chiesto di prendere particolari posizioni politiche su alcuna mozione o delibera, decisioni in capo alla giunta e ai consiglieri comunali".


TV: Matteo Salvini ospite di Focus su TR24 Canale 11, "Siamo pronti per governare" | VIDEO Politica

TV: Matteo Salvini ospite di Focus su TR24 Canale 11, "Siamo pronti per governare" | VIDEO

Stasera alle ore 21 su TR24 Canale 11 Matteo Salvini sarà ospite nei nostri studi per una puntata speciale di Focus condotta da Ludovico Luongo. Accompagnato da Lucia Borgonzoni, il leader del Carroccio preme sull'acceleratore per vincere in Emilia-Romagna. Nel video un'anticipazione.   LA MATTINATA AL MERCATO DI FORLÌ Prima di arrivare a Cesena, Salvini ha fatto tappa a Forlì dove ha passeggiato per il mercato cittadino per poi passare alla fiera. "Più di un imprenditore ci appoggerà, sia in Romagna che in Emilia. Probabilmente in passato c’è stato un po’ di timore a esporsi" ma "nel 2019 nessuno deve avere paura". Lo ha detto Matteo Salvini durante la sua visita a Forlì in vista delle elezioni del 26 gennaio prossimo. "Nelle liste civiche a sostegno di Lucia Borgonzoni e anche nella lista della Lega - ha detto l'ex ministro - ci saranno esponenti del mondo del lavoro che finalmente si affacciano". A chi gli ha chiesto quali imprenditori, Salvini ha risposto: "prima firmano e poi dirò i nomi, però ci sono nomi importanti che incontriamo tutti giorni".  “Lavoreremo per alleggerire la burocrazia, combattendo a Bruxelles dove nel bilancio dei prossimi sette anni” c’è il rischio di una revisione dei finanziamenti all'agricoltura e alla pesca italiana: lo ha detto Matteo Salvini incontrando in tarda mattinata a Forlì, gli operatori del settore avicunicolo nel corso della sua giornata 'romagnola' in vista delle elezioni del prossimo 26 gennaio.     "Non grazie allo Stato, ma grazie al vostro lavoro - ha spiegato il leader della Lega - c’è un mercato che va, nonostante la concorrenza a volte poco leale da parte degli altri Paesi. Saremo vicini al settore. Non facciamo promesse a vanvera, cercheremo di lasciarvi lavorare - ha concluso l'ex vicepremier - di farvi ampliare le aziende agricole, senza che la Regione sia un ufficio che complica le cose semplici, permettendo a chi vuole crescere di crescere".  LA VISITA A OROGEL A CESENA "Rendo omaggio alla cooperazione sana che è fondamentale per l'Emilia Romagna e per tutta l'Italia": lo ha detto Matteo Salvini durante la visita ad Orogel, azienda leader nella produzione di surgelati con sede a Pievesestina di Cesena. "Questa - ha sottolineato il leader della Lega - è la cooperazione bella, sana, che reinveste in azienda quelli che sono gli utili, che dà da lavorare a 2mila agricoltori italiani. Lavorano su prodotti italiani, esportano prodotti italiani - ha rimarcato l'ex ministro - e mi spiace che abbiano dovuto aspettare anni per avere le autorizzazioni per ampliare la loro azienda". "Mi aspetto che l'Italia faccia l'Italia e che non ci sia l'ennesima resa incondizionata da parte di questo Governo di sinistra": lo ha detto Matteo Salvini rispondendo a chi gli chiedeva dell'incontro programmato oggi tra il premier Giuseppe Conte e la cancelliera tedesca Angela Merkel. "Io per mesi ho bloccato il rientro in Italia di decine di migliaia di immigrati presenti in Germania - ha sottolineato il leader della Lega a margine della visita all'azienda Orogel, a Pievesestina di Cesena - che il Governo tedesco voleva rispedire in Italia. Spero che, in cambio di non so che cosa, Conte non si arrenda, anche in questo caso, e dopo avere riaperto i porti non riapra anche gli aeroporti perché l'ultima cosa di cui abbiamo bisogno - ha concluso l'ex vicepremier - è di avere charter su charter che portano clandestini dalla Germania all'Italia".  "Noi stiamo preparando una squadra che si occupi di Romagna e di Emilia. Sarà ovviamente un giudizio sul pessimo governo nazionale, però sarà un voto dei romagnoli per i romagnoli e sono contento degli incontri che stiamo facendo". Lo ha detto Matteo Salvini durante la registrazione questa mattina a Cesena di una lunga intervista che andrà in onda stasera alle ore 21 su TR24 Canale 11, emittente all-news locale in Emilia-Romagna. "Vogliamo offrire un'idea di buongoverno - ha aggiunto il leader del 'Carroccio' che era accompagnato in studio da Lucia Borgonzoni - saremo a Bologna giovedì sera dove ci saranno i governatori del Veneto, della Lombardia. del Friuli, del Trentino e dell'Umbria", ha aggiunto. "I sondaggi noi non li stiamo a guardare, guardiamo alla gente". Lo afferma Lucia Borgonzoni intervistata su TR24 Canale 11. "Noi avevamo un sondaggio che non abbiamo messo fuori dove sulle idee innovative per l'Emilia-Romagna eravamo in netto vantaggio sul presidente uscente. Bisognerebbe parlare un po' di più dei contenuti. Mi dispiace che Bonaccini non voglia entrarci", ha aggiunto. 


EMILIA-ROMAGNA: Bonaccini, “La Lega parla solo del Governo, non conosce la Regione” | VIDEO Politica

EMILIA-ROMAGNA: Bonaccini, “La Lega parla solo del Governo, non conosce la Regione” | VIDEO

Che domanda farebbe a Matteo Salvini? "Nessuna, non è il mio interlocutore". Lo dice Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna parlando a Cesena prima di partecipare a una trasmissione televisiva su Teleromagna. "Da queste parti Salvini viene solo quando c'è campagna elettorale poi comprensibilmente torna a occuparsi di Roma, di Bruxelles, del mondo. Qui non tornerebbe più. Vedo che loro parlano solo della caduta del governo nazionale. Se parlano solo di questo probabilmente è perché non conoscono bene l'Emilia-Romagna". Bonaccini chiede un confronto con la candidata leghista alle regionali Lucia Borgonzoni. "Oltre che non conoscerne i confini (dell’Emilia-Romagna, ndr), la mia avversaria parla di modello lombardo. Noi in questi anni abbiamo superato la Lombardia per crescita, per export pro-capite, per tasso di attività, per calo della disoccupazione". "Ho sentito dire che se vincessero non servirebbe più la tessera di qualche partito o sindacato – ha aggiunto Bonaccini -. Avendo una disoccupazione sotto al 5% davvero suona come un'offesa quella frase, come se gli imprenditori di questa regione i lavoratori o le lavoratrici non avessero trovato lavoro o fatto impresa per le loro qualità, le straordinarie cose che sanno fare e invece solo per favoritismi o appoggi di qualcuno".


Notizie recenti