Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

politica


EMILIA-ROMAGNA: Covid, Bonaccini, "le cose iniziano ad andare meglio" Politica

EMILIA-ROMAGNA: Covid, Bonaccini, "le cose iniziano ad andare meglio"

"A me pare che siamo sulla strada giusta. Contano i fatti. Le cose cominciano ad andare meglio": lo ha detto il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, commentando il piano vaccinale del governo. In Emilia Romagna "abbiamo aperto in queste ore le prenotazioni per le persone che hanno tra i 60 e i 64 anni. Entro fine maggio - ricorda il governatore intervistato a Rai News 24 - apriremo a chi ha meno di 60 anni e alle aziende. C’è bisogno di tanti vaccini. Entro la fine dell'estate se le previsioni saranno confermate nelle consegne, avremo vaccinato tutti coloro che lo vogliono". Il coprifuoco "alle 22, alle 23 o a mezzanotte non cambia molto. Io avrei fatto le 23. Il governo penso che abbia fatto una scelta ponderata" dando il "messaggio al Paese che non c’è ancora la possibilità di una tana liberi tutti. Già il fatto che alcune attività hanno ripreso a lavorare penso sia un segnale positivo” ma “non bisogna correre troppo in fretta": lo ha detto il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ospite di Rai News 24.


ROMA: Primo maggio, Mattarella, “Lavoro porterà Paese fuori emergenza” | VIDEO Politica

ROMA: Primo maggio, Mattarella, “Lavoro porterà Paese fuori emergenza” | VIDEO

Il Primo maggio rappresenta "un'occasione che afferma la fiducia nel futuro. La repubblica non potrebbe vivere senza il lavoro e sarà il lavoro a portare fuori il Paese da questa emergenza". Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione del 1° maggio. "La battaglia per il lavoro è una battaglia che deve unire gli sforzi di tutti ed è questa l'ambizione del Pnrr" con il quale "si apre una finestra per dare sbocco a una stagione di crescita". "Stiamo attraversando un passaggio stretto e difficile. Per questo la festa di oggi reca con sé un ancor più forte appello all'unità", ha affermato Mattarella secondo cui "l'Italia ha bisogno anche oggi di nuove generazioni di costruttori, facciamo appello a loro". Il capo dello Stato trova poi "intollerabile lo sfruttamento del lavoro degli immigrati. Non si può consentire che vivano in condizioni non dignitose".


RIMINI: Aeradria, il padre e le primarie. Gnassi a tutto tondo a Talk24 | VIDEO Politica

RIMINI: Aeradria, il padre e le primarie. Gnassi a tutto tondo a Talk24 | VIDEO

Il sindaco di Rimini, nell’ultimo anno del suo mandato, si toglie qualche sassolino dalla scarpa nella lunga intervista concessa a Talk24, con Ludovico Luongo, in onda venerdì sera su Teleromagna. Nella sua lunga esperienza da sindaco “ci sono stati anche molti dolori – confessa -. Nel 2016 quando è crollato il mondo, le fogne, le banche, la crisi immobiliare, la Cassa di risparmio, è fallito tutto. Anche l’aeroporto. Sono stato coinvolto in drammi”, ha detto Gnassi facendo riferimento all’indagine per il crack di Aeradria, la quale “è durata dieci anni – ha ricordato -. Ho lasciato mio babbo, la mia famiglia con l’accusa di associazione a delinquere. È caduto tutto. Siamo ancora nel primo grado, sono cadute tutte le accuse, ma mi hanno bloccato i beni, la vita è stata sconvolta”. Le accuse più gravi a suo carico sono state prescritte. “Faccio la vittima? – prosegue - No. Dico che però qualcuno che oggi si ripresenta dicendo ‘cambiamo tutto’, nel 2016 diceva ‘no, Gnassi non va bene perché è un’anatra zoppa’”.   Riguardo alle primarie del centrosinistra a Rimini, Gnassi vorrebbe evitarle e opta per la continuità, lasciando intendere di preferire, senza citarlo espressamente, l’attuale assessore e candidato Jamil Sadegholvaad. L’altra candidata è la presidente dell’assemblea legislativa regionale Emma Petitti. “Ci vuole un candidato che è stato nelle assemblee popolari – afferma -, che è stato nei processi che hanno trasformato la città”. Nel contesto pandemica, organizzare le primarie “lo trovo un grande rischio”. “Siccome dalle parti anche del centrosinistra, del Pd, c’è qualcuno che dice ‘buttiamo tutto via, adesso si cambia’”, prosegue il primo cittadino, “fa un danno a se stesso”. Tutti si domandano quale sarà il futuro di Andrea Gnassi dopo 10 anni da sindaco. Tra le voci che circolavano c’era la guida delle fiere di Rimini e Bologna, ma il suo futuro è ancora oscuro. “Io ho finito, sto ristudiando inglese, mi butto nella vita, Letta è stato 6-7 anni fuori. Non ho niente da chiedere”, dichiara.


RIMINI: Amministrative, il M5s, "candidato unico per il campo progressista" Politica

RIMINI: Amministrative, il M5s, "candidato unico per il campo progressista"

“Come futura guida di Rimini, riteniamo necessario considerare una figura rappresentativa esterna agli apparati delle forze politiche, ma in sintonia con l’area progressista, in grado di aggregare e mediare tra le posizioni e le diverse sensibilità. Che sappia mettere al centro del progetto ambiente e sostenibilità, lavoro, legalità, lotta alle mafie e giustizia sociale”. Così in una nota i parlamentari riminesi del Movimento 5 Stelle Marco Croatti e Giulia Sarti in merito alle amministrative 2021 nel capoluogo romagnolo. “I prossimi anni – spiegano - vedranno la nostra città impegnata in sfide difficili ma ricche di straordinarie opportunità. La nostra comunità potrà coglierle, ritagliandosi un ruolo da protagonista nel competitivo panorama internazionale, se costruirà un percorso che unisca e crei sinergie positive tra tutte le migliori idee, competenze e capacità della nostra città. In questo senso formuliamo l’auspicio che parta un confronto aperto a tutte le forze politiche progressiste e moderate della nostra città, che guardi al futuro di Rimini con un’idea forte di sviluppo sostenibile, e che non si arrocchi sui nomi di candidati attualmente in campo. In questo senso – concludono - formuliamo l’auspicio che parta un confronto aperto a tutte le forze politiche progressiste e moderate della nostra città, che non si arrocchi sui nomi di candidati attualmente in campo al fine di identificare una figura di alto profilo maggiormente rappresentativa, che sappia guardare al futuro di Rimini con un’idea forte di sviluppo sostenibile”.


CATTOLICA: Comunali, Franca Foronchi candidata sindaca del centrosinistra | VIDEO Politica

CATTOLICA: Comunali, Franca Foronchi candidata sindaca del centrosinistra | VIDEO

Il centrosinistra di Cattolica ha presentato la propria candidata sindaca alle prossime elezioni amministrative. Si tratta di Franca Foronchi, già prima cittadina di Gradara. Non è dunque nata l’alleanza con i Cinquestelle.   Niente coalizione con il Movimento 5 stelle. Il centrosinistra di Cattolica corre da solo alle prossime elezioni amministrative e ha già scelto la propria candidata sindaca. Si tratta dell’insegnante Franca Foronchi, già prima cittadina della vicina Gradara. Troppe le distanze su diversi progetti urbani portati avanti dall’attuale amministrazione pentastellata, a partire dal trasferimento della scuola primaria della Repubblica fuori dal centro. “Un centrosinistra unito, che sia da esempio”, è quanto registrano i segretari locali del Pd. Nel programma di Foronchi, l’attenzione alle attività artigianali, al sociale, all’istruzione pubblica, alla cultura e allo sport.


Notizie recenti