Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
politica

EMILIA-ROMAGNA: Crisi di governo, Toninelli “A rischio diverse opere” | VIDEO


Il Passante di Bologna, il primo lotto sul progetto del tram, le opere in Romagna e la messa a norma dei ponti sul Po sono seriamente messi in dubbio dall’attuale crisi di Governo . Ad ammetterlo è lo stesso ministro delle Infrastrutture, DaniloToninelli, che ha dato colpa alla Lega, nominata più volte quale responsabile dell’eventuale fase di stallo infrastrutturale, in un lungo intervento pubblicato sulla sua pagina Facebook. Toninelli non ha citato direttamente il Passante di mezzo, ma nella lista di opere e decreti che rischiano di rimanere nel cassetto “per colpa della Lega” ha citato diversi provvedimenti che riguardano Bologna e l’Emilia-Romagna. C’è per esempio il decreto da 2,4 miliardi di euro per il trasporto rapido di massa, che include «a Bologna la costruzione della prima linea di metro (qui il ministro si riferiva al tram)». In bilico, perché legati a quel decreto, anche i fondi per metrò di costa tra Rimini e Riccione. E poi ci sono le risorse per rimettere in sesto i ponti sul Po. Dal Ministero delle infrastrutture confermano che anche il Passante, l’allargamento in sede di tangenziale e A14 che aspetta solo l’ultima firma del ministro per la convocazione delle conferenza dei servizi, «allo stato è tra le opere che rischiano di essere bloccate».

Negli ultimi giorni Regione, Comune di Bologna e Città metropolitana hanno fatto una corsa contro il tempo nella speranza di mettere in sicurezza il Passante: ora i documenti sono a Roma per la convocazione della conferenza che si sarebbe dovuta svolgere entro il 20 settembre, ma se il Governo in quella data non ci sarà o sarà diverso, è probabile che slitti e che il progetto venga congelato o cambiato: alla Lega piaceva tanto il Passante Sud, mentre il Pd ha fretta di chiudere. Saranno i protagonisti a decidere, ma il timore di uno stallo è molto forte in Regione ed in Città Metropolitana.