Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
politica

EMILIA-ROMAGNA: Nuova norma da Roma, le elezioni regionali potrebbero slittare al 2020 | VIDEO


Manca ormai meno di un anno alle elezioni in Emilia-Romagna. A novembre 2019, infatti, i cittadini saranno chiamati al voto per quella che si annuncia come una delle tornate elettorali più incerte nella storia della nostra regione. Incertezza che regna sovrana già a partire dalla data delle elezioni, che dovrebbero quindi tenersi nell’autunno prossimo ma che potrebbero slittare al 2020. A lanciare l’idea è stato il quotidiano Repubblica, che ha fatto notare come la giunta potrebbe recepire un adeguamento normativo che farebbe slittare il voto di alcuni mesi, si parla di gennaio se non addirittura marzo dell’anno successivo. Due le possibili giustificazioni, una di tipo amministrativo (in questo modo ci sarebbe tempo per votare e consegnare la nuova legge di bilancio) unadi carattere politico e decisamente più polemico: il Partito Democratico, in calo nei sondaggi nazionali e in attesa del congresso per nominare il nuovo segretario, avrebbe più tempo per ricompattarsi. Quest’ultimo, almeno, è il pensiero delle opposizioni, Lega e 5 Stelle, che infatti si sono scagliati contro l’ipotesi di rinvio “Non c’è alcun motivo per pensare a uno slittamento – spiegano in una nota i penta stellati mentre, in quota Lega, Jacopo Morrone addirittura rilancia proponendo di accorpare le elezioni regionali a quelle europee previste nella prossima primavera. Anche il titolare del palazzo, Stefano Bonaccini,  in realtà non sembra intenzionato a cavalcare la mozione e se ne lava le mani “Io non c’entro – dichiara – la data delle elezioni non mi interessa” e rimanda tutto agli uffici legislativi. Bonaccini che, tuttavia, non potrà far finta di niente a lungo: il prossimo anno sarà infatti proprio lui, assieme alla Corte d’Appello a decidere la data del voto