Guarda TR24 Canale 78, il network all news del territorio
politica

RIMINI: Comunali, Pd primo partito, no-vax in consiglio | VIDEO


A Rimini il Partito democratico si conferma primo partito doppiando Lega e Fratelli d’Italia. Male il Movimento 5 Stelle. Exploit del movimento no-vax che entra in consiglio comunale.

 

I festeggiamenti sono andati avanti a lungo in piazza Cavour quando verso le 22 era oramai chiara l’elezione di Jamil Sadegholvaad a sindaco di Rimini. Il suo “maestro”, Andrea Gnassi, come lo ha definito l’eletto, prima ha esultato da Palazzo Garampi e poi è sceso per un lungo abbraccio commosso. Sorrisi più ampi del previsto a Rimini tra il centrosinistra che è dunque passato al primo turno con il 51% dei voti.

Il Partito democratico è risultato essere il primo partito in città con il doppio dei voti sia di Fratelli d’Italia che della Lega. Al secondo posto la lista Jamil sindaco che, nata in poco tempo, ha fatto incetta di voti. Segno che quel nome “strano”, come lo ha definito il diretto interessato, alla città non fa poi così strano. Sadegholvaad, riminese di nascita, ha padre iraniano ed ha spostato una brasiliana: il multiculturalismo è dunque nelle sue vene.

Tornando all’analisi del voto, a destra il partito di Giorgia Meloni ha superato, seppur di poco, quello di Matteo Salvini. A destra, qui come altrove, c’è chi attende la resa dei conti. Ceccarelli si è fermato al 32%.

Demolito il Movimento 5 Stelle fermo al due e mezzo percento, al di sotto persino del movimento no-vax 3V che manda in consiglio comunale il candidato Matteo Angelini. La candidata Gloria Lisi resta appena sotto il 9%.