Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
politica

ROMAGNA: Il "No" della politica alle esplorazioni petrolifere | VIDEO

  • Di:
  • 614 visualizzazioni

Arriva un secco “No” da parte delle amministrazioni comunali per quanto riguarda le esplorazioni petrolifere nel territorio di Forlì e Cesena. Il caso è venuto alla luce pochi giorni fa, quando l’attivista Davide Fabbri ha reso noto un accordo tra il Ministero dello Sviluppo Economico e la ditta australiana Po Valley circa la possibilità di effettuare delle indagini per verificare la presenza di idrocarburi in una zona di 111 chilometri quadrati. Un’ipotesi che ha subito incontrato l’opposizione delle personalità politiche del territorio, che si dichiarano all’oscuro di tutto. Anche se l’azienda australiana sostiene che i diversi comuni fossero a conoscenza del progetto già dal 2013.  Al rifiuto del deputato della Lega Gianluca Pini si sono unite le voci di Movimento 5 Stelle e Partito Democratico, con il deputato Enzo Lattuca che ha raccolto l’appello del sindaco di Cesena Paolo Lucchi, presentando un’interrogazione parlamentare.

Aggiornamento delle 16.11

Stop alle ricerche di idrocarburi - anche a quelle già autorizzate - e avvio di un confronto con i territori per definire un percorso di sviluppo energetico in un'ottica di sostenibilità ambientale. Questa la richiesta contenuta nella lettera che i Sindaci di Forlì Davide Drei, di Bertinoro Gabriele Fratto, di Cesena Paolo Lucchi, di Forlimpopoli Mauro Grandini, di Meldola Gianluca Zattini hanno inviato oggi al Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda. Con questa iniziativa dei Sindaci prosegue la mobilitazione partita nei giorni scorsi per  bloccare l'autorizzazione rilasciata  alla società Po Valley Operations Pty di svolgere  indagini esplorative nell'area "Torre del Moro". Rivolgendosi al Ministro Calenda, i Sindaci non solo esprimono la contrarietà per la scelta compiuta di autorizzare le attività propedeutiche alla ricerca di idrocarburi, ma auspicano un più deciso sviluppo delle energie rinnovabili e invocano su questi temi un confronto politico/strategico con i Comuni e con i cittadini.