Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
politica

ROMAGNA: La scissione di Renzi agita le acque nel Pd, Di Maio lascia il partito | VIDEO


L’uscita di Matteo Renzi dal Pd agita le acque del governo e della politica nazionale. Intanto anche la livello regionale si compongono i nuovi schieramenti. Sentiamo chi va e chi resta.

La mossa di Matteo Renzi, che dopo aver guidato il PD ad una clamorosa alleanza coi 5 Stelle ha deciso di lasciare il partito per creare un nuovo soggetto politico non è arrivata esattamente come un fulmine a ciel sereno. Da tempo si sospettava una mossa in questo senso. Questo il motivo per cui, anche a livello locale, il terremoto non è stato così disastroso, trovando preparati i vari esponenti del partito democratico, quasi tutti compatti nella scelta di restare a lavorare per la ditta. “Non si sbatte la porta di casa propria e si va via per sempre, soprattutto quando è in atto un discussione ed è viva una sfida come quella del governo” Sono le parole del sindaco di Rimini Andrea Gnassi, dietro alle quali si sono allineati un po’ tutti. Da segnalare, però, l’ex presidente della provincia Stefano Vitali che guarda con fiducia alla mossa di Renzi “E’ un valore aggiunto per i tanti che adesso si trovano senza una casa in cui entrare – ha detto - e siccome anch’io sono un senza casa questa mossa mi interessa parecchio”. Quel che è certo è che Italia Viva, questo il nome del nuovo partito, sarà la nuova casa di Marco Di Maio, deputato forlivese che a deciso di lasciare il Pd cogliendo molti di sorpresa. Soprattutto nella sua città, Forlì, dove si è appena aperto il congresso per eleggere i nuovi segretari e che rischia ora di saltare “Una decisione- precisa comunque Di Maio – che non mette in discussione il sostegno al governo, anzi punta a rafforzarlo”. Acque relativamente tranquille invece a Cesena, dove la scissione renziana difficilmente avrà ripercussioni sulla giunta del sindaco Lattuca, formatasi da pochi mesi. Ad andarsene è invece Roberto Fagnani, assessore allo sport del Comune di Ravenna che però precisa “Continuerò a esprimere il pieno sostegno al sindaco De Pascale”