Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

ravenna


In evidenza

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 419 nuovi positivi su 21.489 tamponi eseguiti (1,9%) Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Coronavirus, 419 nuovi positivi su 21.489 tamponi eseguiti (1,9%)

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 392.602 casi di positività, 419 in più rispetto a ieri, su un totale di 21.489 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 1,9%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età. Il conteggio progressivo delle somministrazioni di vaccino effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 4.922.469 dosi; sul totale sono 2.218.768 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 116 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 99 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 175 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 31,4 anni. Sui 116 asintomatici, 55 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 1 tramite screening sierologico, 35 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 2 con i test pre-ricovero. Per 23 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.   La situazione dei contagi nelle province vede Rimini con 66 nuovi casi, seguita da Reggio Emilia (60) e Bologna (59). Poi Modena (40), Piacenza (39),Ravenna (38), Parma e Cesena (entrambe con 37 nuovi casi). Quindi il Circondario Imolese e Forlì (entrambi con 15 nuovi casi) e, infine, Ferrara (13). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 10.694 tamponi molecolari, per un totale di 5.205.960. A questi si aggiungono anche 10.795 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 88 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 373.699.   I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 5.622 (+329 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 5.440 (+318), il 96,7% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 2 decessi: si tratta di due donne, rispettivamente di 85 e 92 anni, entrambe di Bologna. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 13.281. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 13 (4 in più rispetto a ieri), 169 quelli negli altri reparti Covid (+7). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 2 a Parma (+1 rispetto a ieri), 3 a Modena (+1), 5 a Bologna (+1), 1 a Ravenna (invariato) e 2 a Rimini (+1). Nessun ricovero a Piacenza, Reggio Emilia, Imola, Ferrara, Forlì e Cesena. Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 24.230 a Piacenza (+39 rispetto a ieri, di cui 21 sintomatici), 29.208 a Parma (+37, di cui 15 sintomatici), 47.784 a Reggio Emilia (+60, di cui 51 sintomatici), 66.422 a Modena (+40, di cui 34 sintomatici), 83.348 a Bologna (+59, di cui 41 sintomatici), 12.794 casi a Imola (+15, di cui 12 sintomatici), 23.473 a Ferrara (+13, tutti sintomatici), 30.870 a Ravenna (+38, di cui 29 sintomatici), 17.269 a Forlì (+15, di cui 14 sintomatici), 19.980 a Cesena (+37, di cui 30 sintomatici) e 37.224 a Rimini (+66, di cui 43 sintomatici).   Rispetto a quanto comunicato precedentemente sono stati eliminati 3 casi, di cui 2 positivi a test antigenico ma non confermato da tampone molecolare e 1 risultato non Covid-19.


EMILIA-ROMAGNA: Hera, ricavi primo semestre a 4,1 mld (+22,8%) | FOTO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Hera, ricavi primo semestre a 4,1 mld (+22,8%) | FOTO

Si è chiuso con ricavi pari a 4,1 miliardi in aumento del 22,8%, rispetto ai 3,4 miliardi dell'anno precedente, il primo semestre 2021 di Hera. Allo scorso 30 giugno, spiega una nota della multiutility, l'utile netto si è attestato a 236,2 milioni con un incremento del 35,1%, rispetto ai 174,9 milioni dei primi sei mesi del 2020. In particolare l'utile di pertinenza degli azionisti del gruppo è risultato pari a 216,1 milioni, in crescita del 30% rispetto ai 166,2 milioni dell'anno precedente. Il margine operativo lordo ha raggiunto quota 617,9 milioni, in aumento del 10,4% sui 559,7 milioni al 30 giugno 2020 mentre gli investimenti operativi netti sono passati da 195,1 milioni a 237,4 milioni con un balzo del 21,7%. "I risultati semestrali - osserva in una nota il presidente esecutivo Tomaso Tommasi di Vignano - riflettono il buon andamento del Gruppo e ci consentono di guardare al futuro con fiducia, in linea con lo storico percorso di crescita della multiutility e l'attenzione alla creazione di valore per i nostri azionisti e i territori in cui operiamo. In particolare, coerentemente con gli indirizzi strategici del Piano industriale al 2024, stiamo effettuando una serie di operazioni di sviluppo per linee esterne - conclude - che ci consentiranno di consolidare la leadership italiana nel trattamento dei rifiuti e ampliare ulteriormente la nostra piattaforma impiantistica, con strutture all'avanguardia e soluzioni per le aziende in chiave di economia circolare".


VOLLEY: Orioli e Pirazzoli faranno parte del roster della Consar Ravenna Sport

VOLLEY: Orioli e Pirazzoli faranno parte del roster della Consar Ravenna

Due ragazzi romagnoli in cerca di conferme: sono Mattia Orioli e Matteo Pirazzoli che la Consar Ravenna ha deciso di inserire in pianta stabile nell’organico che affronterà la prossima SuperLega. Una conferma che i due atleti, prodotti del vivaio e del consorzio Romagna In Volley, si sono guadagnati nel campionato passato, con grande abnegazione ed entusiasmo negli allenamenti e con valide e per nulla impaurite apparizioni sul terreno di gioco. Una conferma su cui anche il nuovo coach, Emanuele Zanini, ha espresso pieno gradimento, dopo averli visti all’opera nelle loro partite di categoria, e avere parlato con loro. Una conferma su cui anche il nuovo coach, Emanuele Zanini, ha espresso pieno gradimento, dopo averli visti all’opera nelle partite delle finali di categoria, e avere parlato con loro. Orioli sta completando il collegiale della nazionale Under 19 maschile, guidata dal tecnico Vincenzo Fanizza, a Camigliatello Silano (CS) in viste dei mondiali di categoria, in programma a Teheran (Iran) dal 24 agosto al 2 settembre, dove gli azzurri difenderanno il titolo iridato conquistato due anni fa. Con Orioli al raduno azzurro c’è anche Alessandro Bovolenta. "Sono molto contento della conferma a Ravenna e dell'approdo in SuperLega – ammette Orioli - dove cercherò di apprendere dai più esperti tutti i consigli possibili. Ho già avuto un primo contatto di allenamento con coach Zanini e Giombini e mi sono trovato molto bene. Ho sensazioni positive per il prossimo anno, che per me sarà particolarmente importante. Penso alla squadra ma penso logicamente anche alla nazionale Under 19, nella quale mi trovo ora. Ci stiamo allenando con grande intensità e sto cercando di dare tutto me stesso per poter ottenere un posto in nazionale ai prossimi mondiali in Iran". Pirazzoli sta godendosi i giorni di vacanza aspettando l’inizio della preparazione ufficiale della prima squadra. Per lui è pronta un’altra importante esperienza nella quale potrà consolidare il suo percorso di crescita accanto a un libero di grande caratura come Goi. "Sono molto entusiasta della conferma in prima squadra – rivela Pirazzoli -  sono felice che la società abbia creduto in me e mi abbia dato fiducia. Penso di essere cresciuto l’anno scorso grazie agli allenamenti con la prima squadra e ritengo di avere la possibilità di crescere ulteriormente anche quest’anno, nel quale punterò a migliorarmi sia a livello tecnico che umano. Giocare in SuperLega è il mio obiettivo e questa esperienza mi renderà una persona più matura. Siamo una squadra molto giovane e completamente nuova ma sono convinto che potremo lottare in ogni partita cercando di centrare l’obiettivo che ci siamo posti".


RAVENNA: Bloccati 20mila toner per stampanti al porto, sanzionata azienda | FOTO Cronaca

RAVENNA: Bloccati 20mila toner per stampanti al porto, sanzionata azienda | FOTO

Sottoposti a fermo amministrativo - in seguito a controlli svolti nei giorni scorsi dagli uomini della Guardia di Finanza e dai funzionari dell'Adm - 20.126 toner per stampanti dotati di chip giunti al Porto di Ravenna poiché l'etichettatura riportava dati errati del fabbricante/importatore responsabile della sicurezza del prodotto. Dai controlli sulle merci in atrrivo nello scalo portuale romagnolo, inoltre, è emerso come l'importatore non abbia mai provveduto all'iscrizione nel registro delle società che importano e commercializzano apparecchiature elettriche ed elettroniche. La merce, oggetto di fermo, è stata successivamente regolarizzata dall'importatore sotto vigilanza doganale e soltanto a seguito della verifica della conformità dell'etichettatura ha ricevuto il consenso all'immissione sul mercato. Nel contempo nei confronti dell'importatore italiano, una società della provincia di Forlì-Cesena, è stata comminata una sanzione amministrativa in misura ridotta pari a oltre 43.000 euro, se pagata entro 60 giorni.


ROMAGNA: Il Green pass limita i grandi eventi, aumento controlli Notte Rosa | VIDEO Attualità

ROMAGNA: Il Green pass limita i grandi eventi, aumento controlli Notte Rosa | VIDEO

La prima vittima del Green pass è il Rimini Summer Pride. La tradizionale marcia per i diritti Lgbtq non troverà spazio nemmeno quest’anno sul lungomare romagnolo dopo la cancellazione dell’edizione 2020 a causa della pandemia e delle restrizioni. Ad annunciarlo è stata Arcigay, l’associazione che lo organizza e che si dice rattristata, anche se la decisione era inevitabile, sia per i molti vincoli che per il contesto epidemico che vede una risalita dei contagi. Difficile poi immaginare il corteo trasformato in un cinema all’aperto con sedute distanziate in un’area transennata. C’è poi la Notte Rosa che in questi giorni sta arricchendo di eventi tutta la Romagna e che ha schivato per un soffio l’applicazione della certificazione verde. Ma il clima di restrizioni ha comunque cambiato tono alla festa, che da evento di piazza è diventata una parcellizzazione in spettacoli ordinati. Attorno però si continuano a registrare assembramenti con ballo improvvisato e in vista della serata clou di venerdì alcuni stabilimenti balneari riminesi hanno affisso cartelli con scritto “Qui non si balla” e attivato 90 stweard che sorveglieranno le spiagge nella notte. Arrivano intanto le prime denunce per coloro che hanno protestato nelle piazze contro il Green Pass. Ancora a Rimini la Digos ha identificato i primi tre organizzatori delle manifestazioni non autorizzate di sabato. La stessa sorte toccherà agli altri.


Notizie recenti