Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

ravenna


In evidenza

RAVENNA: Auto fuoristrada in A14, morta 27enne Cronaca

RAVENNA: Auto fuoristrada in A14, morta 27enne

Incidente mortale domenica notte poco le 2 sull'autostrada A14 bis tra Bagnacavallo e Ravenna, in direzione Ravenna, nei pressi dall'area di servizio Sant'Eufemia. Una giovane di 27 anni originaria di Napoli e residente a Ravenna ha perso la vita mentre era alla guida di un veicolo finito nel fossato che corre al fianco dell'arteria stradale dopo varie carambole. Ferito, e trasportato in codice di massima gravità all'ospedale 'Bufalini' di Cesena, un 30enne che viaggiava insieme a lei. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Polizia Stradale, i sanitari del 118 - con ambulanza e auto medicalizzata - e i Vigili del Fuoco. Gli agenti della Stradale hanno effettuato i rilievi per indagare sulla dinamica del sinistro.


ROMAGNA: Forte ondata di maltempo, alberi caduti e allagamenti Attualità

ROMAGNA: Forte ondata di maltempo, alberi caduti e allagamenti

Un nubifragio ha coinvolto domenica gran parte del territorio romagnolo. Pioggia battente e vento hanno provocato, nel Ravennate, problemi di deflusso delle acque sul sistema fognario e si sono verificate diverse cadute di alberi sulla sede stradale, anche sulla strada statale Romea, che è stata bloccata all’altezza di Casalborsetti. I Vigili del Fuoco sono intervenuti in forze per fare fronte all'emergenza e in loro aiuto la Protezione Civile ha messo a disposizione cinque squadre di volontari dotate di motopompe e motoseghe. Allagamenti di cantine e garage si sono registrati in diversi comuni, a Conselice il tetto di una casa è in parte crollato. A causa della forte intensità del maltempo è stata rinviata la partita di calcio tra Ravenna e Seravezza Pozzi. Il campo dello stadio Benelli è stato giudicato impraticabile dall’arbitro della gara, che ha rinviato l’incontro. Anche nel Cesenate ci sono state decine di telefonate ai vigili del fuoco per alberi pericolanti. L'arrivo del maltempo con temporali e bombe d'acqua fa salire il conto dei danni nelle campagne, in un territorio duramente provato dalla siccità con fiumi e laghi ben al di sotto della media e terreni secchi. E' quanto afferma la Coldiretti in riferimento agli effetti della prima perturbazione violenta dell'autunno.


BASKET: Faenza scrive la storia, è campione in Supercoppa di serie B | FOTO Sport

BASKET: Faenza scrive la storia, è campione in Supercoppa di serie B | FOTO

Giornata storica per i Raggisolaris. A Lignano Sabbiadoro la squadra di coach Serra alza la Supercoppa, primo trofeo nazionale nella storia del club, superando Cividale 75-56. Un successo meritato che arriva al termine di una Final Eighrt da sogno e di sei partite del torneo disputate con grinta, cuore e determinazione dove lo spirito del gruppo ha fatto la differenza: un ottimo viatico in vista del campionato che inizierà domenica prossima. Mvp della finale è stato eletto Giovanni Poggi autore anche in questa occasione di una prestazione incredibile. Il match inizia con l’infortunio di Laudoni, costretto ad uscire dal campo dopo soli tre minuti, ed è all’insegna dell’equilibrio e dell’agonismo. I Raggisolaris conquistano qualche punto di vantaggio venendo poi agganciati dalla tripla di Rocchi del 15-15 a fine periodo. Un copione che si ripete anche nel secondo quarto con Petrucci che ha la ‘mano calda’ segnando tre triple: l’ultima regala il primo vantaggio in doppia cifra 40-30. Coach Serra intanto getta nella mischia Vico, ripresosi dal problema al collo dovuto all’infortunio occorsogli nei quarti con Ancona, e la guardia dispende assist e si mette al servizio della squadra. All’intervallo si arriva con Faenza avanti 42-33 poi al rientro in campo inizia il monologo faentino. L’attacco dei Raggisolaris gira a meraviglia, la difesa è super e in pochi minuti arriva il +25 (62-37) grazie ad una tripla di Morara, con Cividale che fatica ad avere le idee chiare. La reazione friulana non tarda ad arrivare è con un break di 16-0 riapre i conti fino al 53-62, ma contro questa Faenza non c’è nulla da fare. Siberna spara la tripla del 65-53, Poggi trasforma in canestro un assist al bacio di Vico (67-53) e l’inerzia ritorna nelle mani romagnole. Nel finale la squadra di coach Serra gestisce il vantaggio e al suono della sirena può partire la festa: la Supercoppa è di Faenza.


EMILIA-ROMAGNA: Covid, 340 positivi e un decesso Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Covid, 340 positivi e un decesso

I dati del contagio di domenica Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 422.652 casi di positività, 340 in più rispetto a ieri, su un totale di 25.931 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’1,3%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, estesa a tutti i cittadini sopra i 12 anni di età. Il conteggio progressivo delle somministrazioni di vaccino effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid, che indica anche quanti sono i cicli vaccinali completati. Tutte le informazioni sulla campagna: https://vaccinocovid.regione.emilia-romagna.it/. Alle ore 13 sono state somministrate complessivamente 6.408.733 dosi; sul totale sono 3.089.592 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 128 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 135 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 180 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 36,8 anni. Sui 128 asintomatici, 85 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 2 con lo screening sierologico, 28 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 3 tramite i test pre-ricovero. Per 10 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 73 nuovi casi, seguita da Ravenna (53), Modena (47), Parma (40) e Reggio Emilia (34); poi Rimini (31), Forlì (22), Piacenza e Ferrara (entrambe 12). Quindi Cesena (10) e, infine, il Circondario Imolese (6). Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali - relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 8.218 tamponi molecolari, per un totale di 5.788.338. A questi si aggiungono anche 17.713 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 177 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 395.251. I casi attivi, cioè i malati effettivi, che oggi sono 13.942 (+162 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 13.508 (+159), il 96,88% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registra ancora un decesso: a Parma, una donna di 73 anni.   In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 13.459. Stabili, rispetto a ieri, il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva: 48 (invariato); in leggero aumento quelli negli altri reparti Covid 386 (+3). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 4 a Piacenza (invariato rispetto a ieri); 4 a Parma (invariato); 2 a Reggio Emilia (invariato); 5 a Modena (invariato); 15 a Bologna (-1); 3 a Imola (invariato); 4 a Ferrara (invariato); 2 a Ravenna (invariato); 2 a Forlì (invariato); 1 a Cesena (invariato); 6 a Rimini (+1). Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 26.159 a Piacenza (+12 rispetto a ieri, di cui 8 sintomatici), 32.257 a Parma (+40, di cui 23 sintomatici), 50.956 a Reggio Emilia (+34, di cui 23 sintomatici), 71.536 a Modena (+47, di cui 24 sintomatici), 88.584 a Bologna (+73, di cui 53 sintomatici), 13.464 casi a Imola (+6, di cui 1 sintomatico), 25.523 a Ferrara (+12, di cui 4 sintomatici), 33.294 a Ravenna (+53, di cui 40 sintomatici),18.470 a Forlì (+22, di cui 20 sintomatici), 21.336 a Cesena (+10, di cui 5 sintomatici) e 41.073 a Rimini (+31, di cui 11 sintomatici).


CALCIO: Un fortissimo nubifragio rinvia Ravenna - Seravezza Pozzi | VIDEO Sport

CALCIO: Un fortissimo nubifragio rinvia Ravenna - Seravezza Pozzi | VIDEO

La gara di serie D tra Ravenna e Seravezza Pozzi (seconda giornata del girone D) è stata rinviata per impraticabilità del manto erboso dello stadio "Bruno Benelli" a causa di un forte nubifragio, che si è abbattutto sulla città bizantina nell'immediato pre partita. La gara era incominciata alle 15.30, mezz'ora dopo rispetto l'orario ufficiale, a causa dell'arrivo in ritardo della formazione ospite presso l'impianto. Sono bastati pochissimi minuti di gioco all'arbitro Migliorini di Verona per sospendere l'incontro a causa del maltempo e, dopo un sopralluogo con i capitani, di rinviare a data da destinarsi l'incontro. 


Notizie recenti