Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio

rimini


In evidenza

EMILIA-ROMAGNA: Comuni più virtuosi d'Italia, Cesena al 5° posto | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Comuni più virtuosi d'Italia, Cesena al 5° posto | VIDEO

Con 61,38 punti Cesena guadagna la quinta posizione, a livello nazionale, della classifica dei Comuni più virtuosi ed efficienti d'Italia dal punto di vista finanziario. I dati si evincono da uno studio dell'Osservatorio Cottarelli sui Conti Pubblici italiani, e la medaglia d'oro spetta a Pisa, seguita da Parma, Padova, Piacenza, come detto Cesena, e a seguire Bologna all'ottavo posto, Forlì al 14esimo, Rimini 22esima e Ravenna 23esima.  La classifica riguarda i 52 Comuni, nonché capoluogo di provincia, con più 80 mila abitanti nelle regioni a statuto ordinario e per redigerla, sottolineano dall'Osservatorio, sono stati rielaborati i dati raccolti dalla Sose Spa, una società creata dal Mef e dalla Banca d'Italia per organizzare e trasformare in conoscenze utili le informazioni sulla finanza locale. L'indicatore di efficienza deriva dalla sottrazione di quello di spesa da quello di offerta, in sostanza dalla differenza fra i due. Per calcolare il livello generale della spesa per servizi è stata redatta una tabella con sei voci, pari alle attività di ogni Comune. La più rilevante è lo smaltimento dei rifiuti, seguito dal funzionamento degli uffici amministrativi, l'istruzione pubblica, le attività sociali, quelle inerenti a viabilità e territorio e di polizia locale. Per raccoglierei dati sono state distribuite schede da compilare in ognuno degli oltre 8000 Comuni italiani, un lavoro che ha richiesto molti anni.


EMILIA-ROMAGNA: Edilizia sanitaria, in arrivo interventi per 300 milioni di euro | VIDEO Attualità

EMILIA-ROMAGNA: Edilizia sanitaria, in arrivo interventi per 300 milioni di euro | VIDEO

Saranno oltre 300 i milioni di euro investiti per un programma straordinario di interventi di rafforzamento della sanità dell’Emilia-Romagna.   Con ospedali all’avanguardia capaci di rispondere alle nuove esigenze organizzative, funzionali per chi ci lavora e, prima ancora, pensati per i pazienti. Dunque, strutture, costruite ex novo o da riqualificare, che saranno dotate delle più moderne tecnologie e di tutti i comfort; nuovi reparti ospedalieri e, ancora, Case della salute e Hospice per le cure palliative. Si parla, quindi, di un programma che va ad arricchire e a completare i singoli Piani di investimento delle Aziende; queste risorse, infatti, si sommano agli altri canali di finanziamento già previsti, regionali e statali, con cui in tutta l’Emilia-Romagna, da Piacenza a Rimini, dal 2015 ad oggi sono stati realizzati o programmati per il futuro molteplici interventi di edilizia sanitaria e di ammodernamento tecnologico per oltre 300 milioni


RIMINI: Bolkestein, Casadei “Ok proroga, ma il governo faccia le leggi” | VIDEO Attualità

RIMINI: Bolkestein, Casadei “Ok proroga, ma il governo faccia le leggi” | VIDEO

“Bene la proroga, ma il governo faccia le leggi per superare la situazione di stallo sulla Bolkestein”. È quello che chiedono i balneari riminesi rappresentati Oasi Confartigianato.  È da poco stato eletto presidente di Oasi Confartigianato, Diego Casadei. Sul fonte della sicurezza si contano nei tempi recenti alcuni casi di cronaca di violenze e danneggiamenti. Gli operatori sono preoccupati? “L’attenzione è alta e la preoccupazione c’è sempre. I rapporti con le forze dell’ordine devono essere sempre più stretti dato che sono loro deputate al mantenimento dell’ordine pubblico. I contatti sono costanti e collaboriamo con loro”. Sul fronte della Bolkestein, Casadei si attende le norme per superare l’attuale situazione di stallo e si dice favorevole a una proroga: “Il governo si è impegnato dicendo che avrebbe chiesto un prolungamento delle concessioni per avere il tempo di dare vita a quel quadro normativo indispensabile per risolvere la situazione. Ci sono trattati e sentenze europee che vanno affrontati e senza un quadro normativo preciso non si va avanti. Ben venga la proroga e l’impegno del ministro, ma ora servono le norme”.


SAN MAURO PASCOLI: Colpo al bancomat, edificio distrutto e 30mila euro di bottino | VIDEO Cronaca

SAN MAURO PASCOLI: Colpo al bancomat, edificio distrutto e 30mila euro di bottino | VIDEO

Un forte boato che ha fatto scattare gli allarmi e svegliato diversi residenti nella zona, facendo precipitare sul posto Carabinieri e vigilanza notturna. Purtroppo però gli artefici dell’esplosione si erano già dileguati con il bottino, stimato in circa 30mila euro. E’ quanto accaduto questa notte a San Mauro Pascoli, nella filiale di via Roma della Banca di Credito Cooperativo Romagnolo. Tre persone si sono recate presso lo sportello bancario e l’hanno fatto saltare in aria, utilizzando probabilmente la tecnica cosiddetta della “marmotta”, che consiste nel riempire il dispositivo automatico di gas per poi farlo detonare con una semplice miccia. Un'esplosione che, oltre a distruggere completamente il bancomat, ha causato anche danni ingenti a tutta la struttura (stimati in oltre 70mila euro). Le forze dell’ordine hanno ricevuto l’allarma alle 3.20 e si sono precipitate sul posto ma i banditi si erano già dati alla fuga. Ora gli investigatori stanno visionando le immagini di sorveglianza per cercare di carpire elementi utili all’arresto dei colpevoli.


RIMINI: Impiegata delle poste ruba soldi ai correntisti, direttrice complice Cronaca

RIMINI: Impiegata delle poste ruba soldi ai correntisti, direttrice complice

In base a una inchiesta della procura di Rimini, una impiegata di un ufficio postale della città ha sottratto soldi ai correntisti per un ammontare di circa 60mila euro. Indagata per favoreggiamento anche la ex direttrice che per gli inquirenti non avrebbe fatto nulla per intervenire. Ora a entrambe le donne è arrivato l’avviso della conclusione delle indagini. I fatti, riportati dalla stampa locale, fanno riferimento a un periodo che va dal 2012 al 2015. Secondo il pm, l’impiegata, una 49enne, avrebbe sfruttato i rapporti di amicizia con alcuni correntisti per farsi consegnare i codici di accesso ai conti da cui avrebbe poi prelevato il denaro.


Notizie recenti