Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

BASKET: La Fortitudo batte anche Cento, la serie A dista solo due punti | VIDEO

  • Di:
  • 152 visualizzazioni

l conto alla rovescia è iniziato. Per cancellare il nefasto ricordo di quel pomeriggio di 10 anni fa a Teramo, alla Fortitudo servirà l'ultimo sforzo in una delle prossime 4 partite. Una sola vittoria ancora e sarà serie A, mai come quest'anno meritata da un club che ha letteralmente dominato il campionato fin dalla prima giornata. E va da sé che tutti si stiano già attrezzando per far sì che la festa possa esserci già al primo tentativo, domenica prossima al PalaDozza, davanti ai propri tifosi. Ovvio, sarebbe il massimo, ma ci sarà Ferrara da battere. Si può fare, ben inteso, ma è giusto che i preparativi li studino solo fans e addetti ai lavori, mentre giocatori e staff tecnico saranno chiamati ad isolarsi per sei lunghi giorni dalla voci che, inevitabilmente, già si rincorrono dalla prima mattinata di oggi. Il popolo della Fortitudo freme, vuole liberare la propria gioia. Un po' come i bambini che non riescono ad aspettare di scartare i regali quando se li trovano sotto l'albero di Natale, ma devono aspettare mezzanotte. Il ritorno del derby in serie A, che fuori Bologna tutti ci invidiano, è sempre più vicino. Il successo di Cento e il contemporaneo rovescio  di Montegranaro contro Verona hanno spianato la strada alla Fortitudo.
Il match del PalaSavena ha visto una Fortitudo a due volti, soprattutto a livello difensivo. Non troppo concentrata nei primi 20 minuti, perfetta nel decisivo terzo quarto. L'ennesima vittoria che porta la firma di tutto il collettivo, con citazioni speciali stavolta per Guido Rosselli e Matteo Fantinelli che, proprio nella ripresa, hanno alzato il ritmo del gioco uscendo dalle trappole preparate da Luca Bechi che, sapendo di non poterla giocare sul piano fisico né su quella del talento, ha cercato di togliere qualche punto di riferimento agli avversari mescolando i quintetti. In un PalaSavena tutto esaurito e ribollente di passione a tinte biancoblù, è quindi finita nel migliore dei modi per la Fortitudo, con i tifosi in festa e impazienti di arrivare alle ore 12 di domenica prossima. Un giorno che potrebbe scrivere un nuovo, fondamentale capitolo di storia del club biancoblù, ripartito nel 2013, risalito dalla serie B nel 2015 ed ora pronto a rientrare nell'olimpo della nostra pallacanestro.