Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

BASKET: La Virtus si gioca l'accesso alla finale di Eurocup in gara3 con Kazan | VIDEO


Il momento è ora. In palio c’è tutto. La finale di Eurocup vale un posto in Eurolega oltre alla possibilità di giocarsi il trofeo. E dunque la Virtus è a un passo dall’obiettivo che si erano prefissati tutti, dall’inizio di questo ciclo. Il patron Massimo Zanetti, che nel giorno in cui la sua Segafredo decise di avanzare e prendere la maggioranza delle quote societarie indicò l’Europa dei grandi come obiettivo, e come promessa all’allora presidente Alberto Bucci. Dalla risalita partendo in A2, alla conquista della Champions, passando per l’arrivo di Sale Djordjevic e in seguito Teodosic e Belinelli, chiunque abbia messo piede dentro alla palestra Porelli aveva indicato questo giorno, quello dell’eventuale ritorno in Eurolega, tredici anni dopo l’ultima partecipazione, come il motivo di tutto. Ci siamo, ma non sarà facile. Kazan, che anche stavolta alla vigilia della trasferta a Bololgna ha potuto riposare, ha energie e voglia da grande battaglia. Djordjevic dal canto suo ha dato una lucidata allo slogan delle grande imprese. Pace in testa e fuoco nel cuore, che stavolta sembra anche un manifesto tecnico tattico. Per vincere questa decisiva gara 3 infatti serve lucidità accanto alla capacità di pareggiare l’altrui impatto fisico. Servirà il talento di Mago Milos e di SuperMarco, la giovane ma matura solidità di Pajola, anche una mano di Markovic e i muscoli di Hunetr, tutti e quattro a riposo nel successo contro Trieste. Serve anche che Weems e Gamble facciano il loro vero ingresso nella serie, che capitan Ricci trovi le sue essenziali triple e che dalla panchina Abass e gli altri diano una mano  sostanziale. Non si può sbagliare, cambia il futuro prossimo. L’Eurolega per accompagnare le ambizioni, le idee e gli investimenti Segafredo. L’Europa al massimo livello per rimettere basket city al centro del villaggio globale.