Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

BASKET: Nanterre vs Virtus Bologna, l'atto primo si gioca in Francia | VIDEO

  • Di:
  • 343 visualizzazioni

Ci siamo. All’alba della settimana che può cambiare tutta una stagione. La Virtus a nanterre, sobborgo universitario parigino, raggiunto di prima mattina, vuol compiere il primo passo verso la riscrittura di una nuova pagina di storia, tornando in una Final Four europea dieci anni dopo la vittoria in Eurochallenge. I bianconeri sono partiti senza Martin, fuori almeno un paio di settimane per il problema muscolare alla coscia destra e dunque senza necessità di turnover. Dentro anche Qvale, servisse, e non è detto che non serva contro la terza della classifica francese, probabilmente il cliente più difficile fin qui, rispetto a quelli già incrociati in Europa. La squadra di coach Donnadieu, in sella dal 1987, 11 promozioni dal livello più basso fino alla serie maggiore e nessuna retrocessione, è un avversario difficile da affrontare, in grado di far giocare male gli altri e di colpirli col tiro da tre. Oltre il 42% dall’arco, sia in Europa che in campionato, dove è la formazione con la percentuale migliore. Non solo, anche gran difesa, soli 72 punti subiti di media in Champions, il Besiktas fermato a quota 60 e 59 nelle due gare degli ottavi di finale. Alla Segafredo servirà dunque un contributo di tutti e in particolare innalzare la qualità del suo gioco, al livello di quello visto contro Le Mans e Torino, evitando le 17 palle perse lasciate contro Pesaro. Djordjevic cerca il poker dal suo arrivo in panchina, affidandosi ai progressi di Chalmers, che a maggior ragione per l’assenza di Martin, ma anche per dare una gestione solida e sicura, giocherà diversi minuti accanto a Taylor, come si è iniziato a vedere contro i marchigiani. Il resto dovranno farlo ambizione e fame bianconera, la voglia di tornare subito all’apice internazionale. Sapendo che non si gioca tanto sul risultato d vittoria di o sconfitta, ma conta la differenza canestri. Per poi decidere tutto nel match di ritorno al PalaDozza, tra 8 giorni, dove il tutto esaurito è ormai dato per certo.