Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
BASKET: Per Forlì c'è un'ultima montagna da scalare prima del congedo
sport

BASKET: Per Forlì c'è un'ultima montagna da scalare prima del congedo

  • Di:
  • 221 visualizzazioni

L'Unieuro chiude la stagione a Bergamo sul campo di quella che - non guardate la classifica - è ormai da un paio di mesi la squadra più in forma del girone Est. Il 25 febbraio Bergamo chiudeva la classifica con speranze residue di salvezza diretta non distanti dall'1%. Due mesi dopo, dalla sconfitta ai supplementari con Bologna del 25 febbraio in poi, la squadra ereditata il 1° marzo da Giancarlo Sacco ha trasformato quel lumicino in un incendio: vittorie casalinghe con Imola, Orzinuovi e Ferrara impreziosite da altrettanti exploit esterni ben più clamorosi: a Montegranaro, Udine e Ravenna. Inarrestabili come una slavina, Ferri e compagni si giocano un quasi match point domenica con Forlì: battendo i romagnoli basterebbe il successo - tutt'altro che impronosticabile - di Ferrara a Piacenza per coronare una rincorsa salvezza a dir poco clamorosa. Per Forlì invece corre solo l'obbligo di chiudere al meglio: la seconda vittoria esterna stagionale sarebbe decisamente ben accetta in un campionato messo agli archivi alla voce salvezza con tre settimane di anticipo.
QUI FORLÌ In casa biancorossa due assenze sicure: Bonacini e Thiam, che gioca a Lugo per la salvezza. In forte dubbio anche l'impiego di Rino de Laurentiis che comunque andrà a referto. Giorgio Valli ha espresso rammarico per l'ormai imminente fine della stagione: "Guardandomi indietro ci sono tante partite che vorrei rigiocare, soprattutto dopo il girone di ritorno quando siamo migliorati ed abbiamo trovato un grande affiatamento. Sono convinto che l'esito sarebbe di certo più gradevole per noi. A Bergamo troveremo una squadra molto diversa rispetto a quella che ci impensierì non poco nel girone d'andata. Hanno cambiato la guida tecnica, non hanno più Mascherpa e Sanna, hanno inserito due giocatori importanti come Laganà ed un 4 perimetrale come Hollis, ed hanno cambiato marcia. Ma noi andremo a giocare con la voglia di finire bene la stagione e con la consapevolezza che siamo seri professionisti e quindi non andremo in gita ma saremo onesti e leali perché siamo professionisti e questo è il nostro lavoro".
Ha parlato anche Matteo Fallucca, atteso ad una prova da protagonista al Centro Sportivo Italcementi: "Visto che in trasferta quest'anno abbiamo vinto solo una volta, vorremmo chiudere bene l'anno vincendo la seconda volta lontano da Forlì, anche se sappiamo che non sarà facile perché Bergamo è un'ottima squadra, ha bisogno di vincere e sta giocando molto bene. Però noi andremo in Lombardia per fare bella figura e cercare di portare a casa i due punti per regalare un'ultima soddisfazione ai nostri grandi tifosi. Sul futuro ancora non posso dire nulla. Mi piacerebbe molto restare, mi sono trovato bene con tutti, lo staff tecnico è stato super, la società perfetta e lo staff medico il migliore che abbia mai incontrato in tutta la mia carriera".
QUI BERGAMO Il play dominicano Gelvis Solano: "Per noi la partita contro Forlì rappresenta la grande occasione di raggiungere la salvezza diretta. Le ultime partite hanno dimostrato che stiamo giocando sempre meglio, trovando la chimica giusta gara dopo gara. Stiamo giocando duro sia in difesa che in attacco e credo che quello che stiamo facendo nelle ultime settimane sia molto positivo. Anche domenica dovremo essere duri, tutti insieme, perché vogliamo finire la stagione nel miglior modo possibile".