Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

BASKET: Una Fortitudo distratta scivola contro Cagliari "Ci è mancata lucidità" | VIDEO

  • Di:
  • 174 visualizzazioni

Non era mai accaduto, in questa stagione, che la Fortitudo si fermasse per due volte consecutivamente. La sconfitta di Cagliari non consentirà ai biancoblù bolognesi di scrivere un nuovo record di vittorie in serie A2, traguardo che, al massimo, potrà essere eguagliato sabato prossimo nel match casalingo contro Roseto che chiuderà la grande stagione della squadra di coach Antimo Martino, promossa in serie A già da due settimane. Peccato per l'epilogo della partita giocata al PalaPiratsu, perdipiù davanti ad oltre 300 tifosi giunti da Bologna. Anche nella pallacanestro, però, le motivazioni sono capaci di fare la differenza e se sette giorni fa Forlì aveva bisogno dei due punti per agganciare il treno playoff, questa volta ai sardi serviva un successo per provare ad evitare i playout e centrare la salvezza diretta. Stimoli importanti contro una squadra che aveva, legittimamente, la pancia piena, avendo già ottenuto il suo risultato e presentatasi in terra isolana in precarie condizioni fisiche, dovendo fare a meno degli infortunati Pini, Sgorbati e Benevelli. E ad una squadra che per tutta la stagione ha dovuto convivere con infortuni e assenze, non si poteva probabilmente chiedere di stringere i denti fino all'ultimo secondo di gara anche quando i risultati servono solo per le statistiche. Una partita senza troppa difesa per i biancoblù, che hanno accettato la sfida a ritmi molto elevati, situazione che ha inevitabilmente favorito la squadra più infarcita di giovani e che aveva più benzina in corpo. Match deciso nel secondo tempo, e sa al primo tentativo di allungo locale (sul 60-52), la Fortitudo è stata capace di rispondere con un controbreak di 12-0, issandosi sul +4, lo strappo di metà ultimo quarto (propiziato dalla sostanza sotto le plance di Johnson e Diop e dal peperino Miles in cabina di regia) è stato quello decisivo. Dal punteggio di 84-74, infatti, la Fortitudo non è più riuscita a sollevarsi, perchè aveva le energie finite e le rotazioni cortissime. Resta il fatto che il popolo della Fortitudo abbia già riempito il PalaDozza in ogni ordine di posto per la gara di sabato prossimo, quando contro Roseto si chiuderà ufficialmente il campionato e ripartiranno i festeggiamenti. Strameritati. Per una stagione che rimane e rimarrà straordinaria.