Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

BASKET: Virtus, è volata a tre per il dopo Ramagli | VIDEO

  • Di:
  • 191 visualizzazioni

Meno di una settimana ormai per sentire le prime parole di Alessandro dalla Salda come nuovo amministratore delegato della Virtus, e conoscerne le idee. Tante le scelte importanti da prendere in questa fase iniziale, a partire da quella dell’allenatore. Trinchieri e Djordjevic sono i primi della lista in quest’ordine, col primo favorito dall’impegno a tempo pieno, non avendo panchine nazionali da curare nelle finestre dedicate. Sullo sfondo, ma in ritardo, resta Sergio Scariolo. In realtà qualche altro incomodo nella corsa potrebbe arrivare dall’estero, si vedrà. Ancora tante le cose da discutere, dal budget all’ingaggio, e soprattutto il modo in cui costruire il roster, che dovrà essere solido già da subito ma anche futuribile, migliorabile in prospettiva proprio con il lavoro di un tecnico preparato e di pedigree. Più facile a dirsi che farsi ovviamente, in questo conterà l’abilità del nuovo ad e del direttore sportivo che arriverà, il bolognese Marco Martelli, pronto a liberarsi da Casale Monferrato una volta terminati i playoff di A2. Una squadra dirigenziale di provata esperienza e competenza, reduce da due cicli lunghi o lunghissimi nelle loro squadre di provenienza, una cerniera fondamentale per il nuovo progetto virtussino. Nel frattempo, all’esterno fioccano le firme sulla petizione per trattenere il capitano Ndoja, un paio di sere fa protagonista dell’appuntamento bianconero a Fico, il grande parco agroalimentare che ospita in occasioni speciali i giovani del vivaio assieme ai campioni della prima squadra. Di quelli che arriveranno, per comporre il gruppo della nuova stagione, ne discuteranno i dirigenti con l’allenatore designato. Di sicuro la Segafredo vorrà essere in corsa per i migliori prospetti italiani a cui affiancare americani esperti e affidabili. Con la volontà di essere competitivi in Italia e in Europa.