Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

CALCIO: Il Bologna rialza la testa all'Olimpico, la Lazio è bloccata sull'1-1 | VIDEO

  • Di:
  • 671 visualizzazioni

Se non avevamo risparmiato critiche al Bologna visto nelle ultime due settimane, oggi è giusto fare i complimenti ai rossoblù per la prestazione fornita all'Olimpico contro la Lazio. Finalmente, il Bologna riesce a non stendere tappeti rossi ad una big, fermandola perdipiù sul suo campo. E non era affatto semplice riuscirci, dal momento che la Lazio era la terza forza di tutta la serie A per rendimento interno. Vero, la squadra di Simone Inzaghi era largamente incompleta ma il succo del discorso non cambia: Verdi e soci hanno mostrato di poter valere di più di quello che puntualmente avevano messo in mostra fino ad oggi. Rimangono i pregi e i difetti di una squadra che all’Olimpico, con un pizzico di paura in meno, avrebbe addirittura potuto portare a casa il bottino pieno, ma che alla fine dopo tanto tempo ha fatto fatto tirare fuori l’orgoglio alla platea, orgogliosamente fiera di tifare rossoblù. C’è poco da dire su una partita che, per valori in campo, era ad appannaggio della Lazio come comando delle operazioni ma, sul fronte opposto, il Bologna non si è mai sottratto lottato alla lotta sul singolo pallone a testa alta, limitando al contempo le sbavature difensive. Difficile soffermarsi sui singoli, qualcuno ha sbagliato più di altri ma alla fine tutti hanno portato il mattoncino a casa, anche perché pare riaffiorata tutta la sontuosa qualità di un Verdi galvanizzato dal ritorno in Nazionale e capace di sbloccare il risultato al terzo minuto. Se il rendimento del ritrovato esterno offensivo sarà sempre questo, ecco da qui alla fine del campionato ci si potrebbe anche divertire un po’ di più. E allora sì, aggrappiamoci a questo per parlare anche di futuro. Lo ha fatto senza troppi giri di parole in conferenza stampa nel post partita Luca Gotti, in sostituzione di un Donadoni presente in panchina ma appiedato dall’influenza. La prima sensazione è stata quella di un clima decisamente più disteso (frutto anche del risultato positivo) per via delle risposte fornite dal vice. E allora, sono emersi alla ribalta concetti mai sentiti da queste parti, soprattutto sulle grandi qualità del Destro giocatore e sul suo inappuntabile impegno durante gli allenamenti settimanali. Destro, dunque, non si allena male, semplicemente per questo Bologna ha caratteristiche che in determinate partite lo relegano in panchina in favore di un Palacio più mobile e capace di far giocare la squadra lontano dalla porta. Concetti che generano nuovo entusiasmo in casa rossoblù, fondamentale per mantenere viva in tutti i tifosi la fiammella della speranza di un finale di stagione più intraprendente e determinato rispetto a quello (triste e anonimo) dello scorso campionato. Per una volta, quindi, tutti contenti e tutti sereni: il Bologna ha fermato una big, la squadra ha messo in mostra una gagliarda prestazione su un campo difficile e in conferenza stampa sono arrivate parole nette sul futuro prossimo. Fossero sempre così i lunedì post campionato, tutto sarebbe più semplice. Nel frattempo, accontentiamoci per i progressi visti domenica sera.