Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

CALCIO: Il contingente romagnolo in D si assottiglia, la Sammaurese è salva | VIDEO

  • Di:
  • 919 visualizzazioni

Alla fine della fiera il Consiglio Direttivo della Lnd ha scelto il criterio più draconiano per ottemperare alle richieste della Figc, quello di decretare una sola promozione e quattro retrocessioni dirette in ciascuno dei nove gironi amministrati. Detto che così il Mantova ha potuto festeggiare in anticipo un ritorno tra i pro largamente pronosticato e lo stesso Matelica ha coronato a tavolino un inseguimento durato almeno cinque anni, le buone notizie per la Romagna si chiamano Cattolica, Forlì e Sammaurese: i giallorossi di Cascione possono gridare al miracolo vista l'incredibile rimonta compiuta nel girone F, dall'ultimissima posizione alla quintultima proprio giusto in tempo per salvare le penne, mentre il Forlì potrà adesso programmare il proprio futuro che, salvo sorprese, verrà architettato dal duo Carlo Di Fabio-Beppe Angelini. Può esultare anche la Sammaurese, quintultima nel girone D ma detentrice di una media punti inferiore rispetto al Crema quartultimo, che però ha chiuso la propria stagione con una partita in meno rispetto ai romagnoli: la scelta di cristallizzare le classifiche al momento dell’interruzione del campionato premia gli sforzi dei giallorossi di Protti, eppure è facile pronosticare un ricorso dei lombardi che potrebbe rimescolare tutte le carte, fermo restando che terzultime e quartultime troveranno una via preferenziale per i probabilissimi ripescaggi. Chi invece ha dovuto ingoiare l'amaro calice della retrocessione d'ufficio sono Savignanese e Alfonsine, rispettivamente ultima e penultima classificata sempre del girone D: l'epilogo peggiore di una stagione maledetta sotto ogni punto di vista, visto che ad entrambe non è stata offerta neppure la possibilità di lottare sino alla fine delle canoniche 34 giornate di campionato per guadagnarsi la sopravvivenza in categoria. In attesa della definitiva ratifica della Figc, i verdetti partoriti dalla Lnd non lasciano alcuno scampo.