Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
CALCIO: La Savignanese non ci sta, "Grave scorrettezza del Rimini su Mastronicola"
sport

CALCIO: La Savignanese non ci sta, "Grave scorrettezza del Rimini su Mastronicola"

  • Di:
  • 661 visualizzazioni

Il passaggio di Alessandro Mastronicola dalla panchina della Savignanese a quella del Rimini non è andato giù al club cesenate: l'eccessiva disinvoltura con cui è maturato il distacco del tecnico frusinate ha causato l'immediata reazione dei gialloblù per sottolineare tutta "l'amarezza e il disappunto" per questo strappo.
"Mai - si legge nella nota diffusa dalla Savignanese - avremmo vietato a Mastronicola un'opportunità da lui ritenuta vantaggiosa per la sua carriera, ma nella vita ci sono i modi e i tempi per fare le cose. Farci trovare davanti al fatto compiuto, a 15 giorni dalla ripresa della nostra attività, non è sicuramente il modo e il tempo giusto, dopo che ci eravamo accordati con lo stesso per la conduzione della nostra Prima Squadra per la stagione prossima già dal mese di giugno, lasciando così cadere altre opportunità".
Anche il Rimini finisce così nel mirino per non essersi "nemmeno preoccupato di informarci, fregandosene di metterci in grande difficoltà" pur essendo perfettamente a conoscenza "dell'impegno preso da Mastronicola con noi (ufficializzato con nostro comunicato stampa in data 07/07/2020). Le parole lealtà e correttezza non sono evidentemente nel vocabolario di Mastronicola e della società Rimini Calcio".
La comunicazione della Savignanese si conclude con un appello che vale quasi come un avviso ai naviganti: "Il tempo è galantuomo, noi riprendiamo il nostro cammino con fierezza, determinazione e sempre a testa alta".

In serata è poi arrivata la replica del Rimini: "In riferimento al comunicato diramato in data odierna dalla ASD Savignanese, il Rimini FC respinge al mittente ogni tipo di accusa e ritiene di non aver commesso nessuna scorrettezza nei confronti della società sopracitata in quanto il Sig. Alessandro Mastronicola nel momento in cui è stato contattato dal nostro Direttore non era vincolato da nessun tipo di contratto e comunque, nella serata di ieri 5 agosto 2020, i dirigenti gialloblu De Falco e Longobardi sono stati ampiamente messi al corrente della situazione dal diretto interessato.
Lealtà e correttezza sono valori che hanno sempre contraddistinto la società biancorossa che non permetterà mai a nessuno di metterli in discussione".