Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
CALCIO: La Serie A riparte il 20 giugno, c'è subito Bologna-Juve | VIDEO
sport

CALCIO: La Serie A riparte il 20 giugno, c'è subito Bologna-Juve | VIDEO

  • Di:
  • 333 visualizzazioni

Arriva la Juventus, e già questa sarebbe una notizia per il Bologna. Sarà proprio la sfida ai plurititolati campioni d'Italia ad inaugurare la fase due del campionato di serie A, quella che ha ricevuto la definitiva benedizione nel tanto atteso vertice promosso tra il ministro Spadafora e i rappresentanti di Figc e Lega Calcio Gravina e Dal Pino. Si riparte il 20 giugno, e sarà solo l'inizio di una maratona di 127 partite racchiuse nel minuscolo spazio vitale di 50 giorni, ovvero fino alla scadenza rappresentata dal 2 agosto. L'antipasto sarà servito esattamente una settimana prima, il 13-14 giugno, con la disputa delle semifinali della Coppa Italia: sarà ancora la Juve a fare da pioniera con la sfida di ritorno al Milan che anticiperà l'incrocio tra Napoli e Inter. La finale, contestatissima da tutte e quattro le squadre interessate, dovrebbe invece giocarsi a Roma il 17. Tutto bello, tutto chiaro? Evidentemente no, visto che l'attuale protocollo sanitario farebbe saltare il banco in un amen: basterebbe infatti un solo caso di positività al virus per determinare l'isolamento coatto per due settimane di un'intera squadra e far virare la Figc sul piano B rappresentato da un nuovo blocco del campionato, dando poi spazio alle sole gare di playoff e playout. Ragion per cui la trattativa con Spadafora andrà avanti nelle prossime ore per ottenere l'uniformità rispetto agli altri campionati europei rimasti in vita, a cominciare da quello tedesco dove in quarantena finisce soltanto il giocatore contagiato.
Equilibri sottilissimi, insomma, che si fanno ancora più incerti per quanto riguarda la serie C: tecnicamente la richiesta di terminare il campionato nella sua formula originale è rimasta ancora in piedi, eppure tutti gli orientamenti lasciano presagire che si opterà per una formula più striminzita, quella  della disputa dei soli playoff su base volontaria e dei playout, con promozioni e retrocessioni decise a tavolino per le prime e le ultime in classifica: tutti argomenti di discussione che saranno approfonditi nel Consiglio Federale che si terrà nei prossimi giorni.