Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

CALCIO: Niente più ritiro per il Bologna che a Empoli non avrà alibi | VIDEO

  • Di:
  • 138 visualizzazioni

Ora dovranno dimostrare di mantenere le promesse fatte alla dirigenza, ai tecnici e ai tifosi. Parliamo dei giocatori del Bologna che, dopo la vittoria contro il Crotone ed il passaggio del turno in Coppa Italia, regalandosi la Juventus negli ottavi di finale, hanno ottenuto che il ritiro punitivo deciso dopo la batosta di Genova terminasse all’istante. La squadra avrebbe dovuto restare in ritiro fino alla delicata sfida di domenica pomeriggio sul campo dell’Empoli, che in un senso o nell’altro si rivelerà determinante per le decisioni sia in tema di guida tecnica che di mercato che dovrà, da lì a breve, assumere la società. Nelle ultime ore, però, la squadra – capitanata dai veterani Da Costa, Dzemaili e Poli, cioè i tre più ascoltati nello spogliatoio ed in società – ha chiesto alla società di fare dietrofront, dimostrando in quel caso una forte assunzione di responsabilità. L’a.d. Claudio Fenucci ha dato il suo assenso, i giocatori hanno potuto rincasare già mercoledì sera con il ritorno in albergo fissato per domani. Ieri sera peraltro, il Bologna al gran completo si è ritrovato per cenare ‘Al Campione’, il noto ristorante di Beppe Signori e Ivo Gandolfi: etrano presenti i calciatori, lo staff tecnico guidato da Filippo Inzaghi e tutta la dirigenza, quest’ultima reduce da un lungo confronto con alcuni rappresentanti del Centro Bologna Clubs e dell’Associazione Futuro Rossoblù, un confronto che ha dato vita ad una sorta di tregua armata fino, appunto, alla gara contro l’Empoli e comunque alla fine del girone di andata. Ora, se il match del Castellani era già sulla carta un appuntamento denso di motivi, ora con l’assunzione di responsabilità dei giocatori mette questi con le spalle al muro, perché per mantenere la promessa a Dzemaili e compagni servirà fare bene sul serio e portare a casa punti, non tentare di cavarsela come successo più volte in questa stagione. A meno che non si valuti il Crotone un avversario talmente importante da cancellare come un colpo di spugna tutti i problemi. Sarebbe una valutazione talmente crassa che nemmeno una società sprovveduta si potrebbe permettere.