Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

CALCIO: Pochi ritocchi sul mercato per il Bologna, richiesti Santander e Donsah | VIDEO


In attesa dell'apertura ufficiale dei battenti (prevista per l'1 settembre) impazza il calciomercato. La squadra cambierà poco. Mihajlovic chiede tre innesti di peso, il primo dei quali potrebbe essere il difensore Lyanco, che già due anni fa, sotto le Due Torri, dimostrò di saper assorbire al meglio le direttive di Sinisa.
Tomiyasu, Schouten, Medel, Soriano, Palacio, Barrow e Orsolini non dovrebbero muoversi, anche se su quest'ultimo restano sempre dritte le antenne in merito ad offerte che potrebbero far vacillare un club che non potrà spendere tra i 5 ed i 10 milioni nella prossima sessione di mercato, al netto appunto delle eventuali cessioni. E mentre il direttore dell’area tecnica, Walter Sabatini, ha rispedito al mittente le voci che lo vorrebbero al centro del nuovo progetto della Roma di Friedkin, l'altro obiettivo sul quale il club si andrà a focalizzare nelle prossime settimane resta quello dello sfoltimento della rosa. Diversi i giocatori in uscita: in primis Federico Santander, che piace in Cina e che il Bologna spera di poter utilizzare come contropartita col Copenaghen per arrivare all’attaccante Jonas Wind. E’ rientrato dal prestito Falletti e l’ultima esperienza potrebbe riaprirgli le porte del Messico, grazie all'interessamento dell' Atlas Guadalajara. Cercasi acquirente anche per Arturo Calabresi, dopo il mancato riscatto dell’Amiens. Ma è su Donsah che si sono scatenate le pià disparate voci, dopo che il ghanese è tornato a giocare con continuità in Belgio, al Brugge, nell’ultima stagione: Verona, Cagliari e Sassuolo sarebbero, infatti, interessate al centrocampista. Nel frattempo, la squadra Primavera rossoblu attende ancora di conoscere il nome del suo prossimo timoniere ma dopo la pista De Rossi, parrebbe essersi raffreddata anche quella legata a Gilardino, per via di un ritorno di fiamma della Pro Vercelli sull’ex attaccante rossoblu, che chiede di portare con sè il collaboratore Caridi ma su cui il Bologna sarebbe contrario, avendo già Diego Perez ad occupare quel ruolo. Qualora saltasse definitivamente Gilardino, salirebbero le quotazioni di Luca Vigiani, attuale tecnico degli Allievi.