Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

CALCIO: Preso Barrow, ora il Bologna stringe per Ibanez | VIDEO

  • Di:
  • 283 visualizzazioni

Oggi Barrow (con tanto di visite mediche effettuate all'Isokinetic), presto (si spera) Ibanez per completare un cerchio chiuso dalla firma di Vignato, a tutti gli effetti un nuovo giocatore del Bologna anche se resterà al Chievo fine al termine di questa stagione agonistica. Il nuovo Bologna, sempre più proiettato al futuro e ricco di scommesse, è così delineato. Il mercato di riparazione può definirsi chiuso, nel pieno rispetto del termine 'immaginifico' utilizzato qualche settimana fa da Walter Sabatini in riferimento al tipo di operazione che il club avrebbe effettuato in entrata e modellato ieri (in occasione del pranzo benefico che si è tenuto al ristorante Diana) utilizzando il termine 'remunerative'. Ora, andrà cercata nel lavoro quotidiano una maggior determinazione e capacità di finalizzazione, che possano consentire ai rossoblu di non farsi scappare occasione ghiotte come quella gettata alle ortiche contro il Torino. L’emergenza in difesa non ammette ulteriori ritardi nella chiusura della trattativa per Ibanez, centrale proveniente dall'Atalanta e già nel giro della nazionale olimpica brasiliana. Bani, infatti, ha rimediato una contusione al ginocchio sinistro a Torino. Non sono ancora certi i tempi di recupero di Krejcì e in dubbio (per il prossimo match contro il Verona) c’è anche Denswil, alle prese con un affaticamento alla gamba destra, mentre Dijks è destinato a rimanere ai box per almeno altre 2-3 settimane. A disposizione restano i soli Tomiyasu, Danilo, Mbaye, oltre a Corbo e Paz nei quali Mihajlovic fin qui ha dimostrato di non credere. Morale, Ibanez potrebbe essere gettato subito nella mischia, il Bologna ha fretta di chiudere. L’accordo con l’Atalanta per il brasiliano è cosa fatta: prestito di un anno e mezzo con obbligo di riscatto fissato a 8-9 milioni, a cui potrebbero aggiungersi 2-3 milioni di bonus legati a presenze e rendimento del giocatore. Tutti contenti, compreso il club di Percassi, che aveva prelevato il giocatore in estate per 4,5 milioni e realizza una plusvalenza nonostante una sola presenza del giocatore. Che, sotto le Due Torri, cercherà la definitiva consacrazione.