Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
CALCIO: Serie C, il Ravenna non passa a Salò e saluta i play-off
sport

CALCIO: Serie C, il Ravenna non passa a Salò e saluta i play-off

  • Di:
  • 297 visualizzazioni

Come leoni. Giallorossi che dopo un primo tempo attento nella ripresa schiacciano i padroni di casa ma non riescono a trovare quel guizzo giusto. Feralpisalò avanza alla fase successiva grazie al miglior piazzamento in classifica. Solo elogi per la squadra che ha concluso un’annata eccezionale, che rimarrà nel cuore di tutti i tifosi.
Pronti via ed è subito Maleh che conquista palla e scappa sulla destra, trovando Galuppini a centro area, ma il piatto del 7 giallorosso è largo, siamo al terzo minuto. Feralpisalò che non sta a guardare e con l’ex Cesena Vita prova ad impensierire Venturi dalla distanza al 7’, ma il tiro finisce alle stelle. I padroni di casa ci riprovano con il medesimo esito 5 minuti dopo, ma questa volta sugli sviluppi di un corner alla conclusione arriva Contessa. Episodio dubbio al 17’ con Marchi che svetta di testa in area colpendo la parte bassa traversa con la palla che rimbalza al di la della linea. Il direttore di gara annulla per spinta dell’attaccante ai danni di Barzaghi, tra le proteste della Feralpisalò. Il primo tempo prosegue con un sostanziale equilibrio con i padroni di casa che cercano di controllare la partita. Al 27’ di nuovo Contessa sgroppa su tutta la fascia e mette un velenoso pallone al centro, con Ronchi che sulla linea salva sul tap in di Caracciolo.
La ripresa si apre con il Ravenna determinato e convinto a trovare la via del gol qualificazione. Al 12’ è Martorelli che vola sulla fascia e trova Galuppini all’altezza del rigore, la conclusione al volo in bello stile è però alta. La ripresa è di chiara marca giallorossa che a cavallo tra il 18’ ed il 20’ scrive a referto altre due ottime occasioni con Nocciolini, la prima con una conclusione dai 20 metri che rimbalza davanti a De Lucia ma esce di pochi centimetri alla sinistra del portiere, la seconda inserendosi sul primo palo su cross basso di Barzaghi e concludendo con il tacco, ma con il medesimo, sfortunato, esito. Foschi inserisce tutte le armi offensive a disposizione per scardinare il muro dei padroni di casa, entrano Raffini, Gudjohnsen, Selleri, Siani per una squadra super offensiva. E’ proprio il numero 10 che prova a festeggiare il compleanno con un eurogoal al 28’ su schema da angolo come già fatto a Renate, la conclusione al volo viene però deviata da un avversario prima che possa fare gioire i tifosi giallorossi. Ma il Ravenna non demorde e si fa trovare di nuovo in area al 39 con Esposito che salta due uomini e mette in mezzo una palla rasoterra sulla quale non riescono a trovare la deviazione vincente gli attaccanti del Ravenna. Al 40’ la Feralpi alleggerisce la pressione, ed in contropiede con Ferretti entrato al posto di Marchi per pochi centimetri non trova il vantaggio con un grande diagonale della punta che sibila vicino al 7. Nel recupero c’è tempo ancora per una girata di testa di Nocciolini ben trovato da Galuppini a centro area, ma anche in questo caso la fortuna non sorride al barba bomber. Al triplice fischio lacrime di delusione per i giocatori e lo staff del Ravenna, ma anche cuore pieno di orgoglio per una stagione indimenticabile, condotta dall’inizio alla fine al di sopra di ogni più rosea aspettativa, come largamente sottolineato dal folto numero di tifosi presenti al Turina e che hanno fatto sentire a casa la squadra anche in questa occasione.