Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

CALCIO: Un Bologna rimaneggiato e criticato pareggia a Cagliari 0-0 | VIDEO


La settimana da tre partite poteva chiudersi con il sontuoso bottino di 5 punti per il Bologna se Zapata non avesse purgato sia i rossoblu che la loro fortuna, il tutto con mezza squadra ai box per Roberto Donadoni. Serve in queste fasi parlarsi chiaro, perché una formazione salva, con l’infermeria piena, la mancanza di motivazioni e una presunta bassissima qualità generalizzata, sarebbe andata a prenderle di santa ragione sia a Marassi, sia alla Sardegna Arena, contro formazioni in lotta per un obiettivo. Invece no: il Bologna ha retto bene e giocato due buone gare, mandando in campo (secondo alcuni addetti ai lavori) le riserve scarse dei titolari scarsi. Tutti quanti si sono, al contrario, mostrati almeno affidabili. Un solo gol preso, peraltro al 93′, in due partite con l’ex nazionale under 21 in campo. Insomma, prima di sentirsi sicuri di dire che il materiale tecnico e umano a disposizione del mister sia così derelitto da rendere 39 punti un mezzo miracolo, potrebbe anche volerci un po' più di cautela. Sampdoria e Cagliari rimangono avversarie a sostegno di una teoria: la rosa del Bologna ha un suo valore, di certo non di primissimo livello ma nemmeno costantemente da censurare, che può essere mantenuto anche con le riserve in campo. Peccato, però, che alcuni giocatori siano stati dimenticati per tanto tempo, rispolverati solo grazie ad un turno infrasettimanale, che di per sé impone turnover, e a una infermeria piena che ha privato il Bologna di un difensore titolare, del regista titolare, della mezzala pseudo titolare e della punta titolare. Praticamente l’ossatura centrale. E così, mentre i critici di Saputo continueranno a considerare Donadoni il principale artefice della salvezza, le seconde e terze linee del Bologna mandano segnali chiari ed inequivocabili, che autorizzano a ben sperare anche per le ultime recite di stagione.