Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
sport

IPPICA: Amarcord gli anni 80 e 90 dell'Arcoveggio | VIDEO

  • Di:
  • 300 visualizzazioni

La prima domenica di dicembre dell'Ippodromo Arcoveggio di Bologna propone un flashback di una trentina di anni: le sette corse in programma, con inizio alle 14.25, sono intitolate ai protagonisti delle corse centrali dei convegni a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta, quando le corse al trotto richiamavano negli ippodromi migliaia di persone. La corsa con maggior dotazione, 10.340 euro, è la quinta del programma e propone un ricordo di Caio di Ceco, velocista solitamente guidato da Luciano Bechicchi, con otto cavalli di quattro anni divisi su due nastri a 2060 e 2080 metri. I favoriti vanno cercati al secondo nastro, soprattutto Born to Run guidato da Alessandro Gocciadoro (che qui vediamo vincere  col numero 1 il 31 ottobre a Bologna), e Brivio d'Elite con Antonio Di Nardo, ma se Blu Star e Banpit of West, guidati da Antonio Greppi e Marco Stefani, saranno svelti a partire dal primo nastro, gli inseguitori potrebbero avere vita dura. Interessante anche la corsa gentleman, terza del pomeriggio, inserita nel programma del Trofeo Croce Rossa, con Jessica Pompa che cercherà di andare in testa con Valdest, e Ultras Grif con l'ex calciatore Thomas Manfredini e Vertigo Spin guidato da Vittorio Miniero che potrebbero giocare le loro carte nella seconda parte della corsa.