Guarda Teleromagna canale 14
MOTORI: Il 6 agosto saranno 50 le candeline del "Misano World Circuit"
sport

MOTORI: Il 6 agosto saranno 50 le candeline del "Misano World Circuit"

  • Di:
  • 341 visualizzazioni

La torta con la bellezza di 50 candeline è pronta. Il prossimo sabato 6 agosto il "Misano World Circuit" intitolato a Marco Simoncelli compirà i 50 anni, in quanto, ripercorrendo la storia del tracciato romagnolo, le prime gare ufficiali furono organizzate proprio il 6 agosto del 1972. Quel giorno era in programma un fitto calendario di trofei automobilistici, con vittorie firmate da piloti come Arturo Merzario, Vittorio Brambilla e Giancarlo Martini. Per le due ruote invece ci fu da attendere appena una settimana: era il 13 agosto e si imposero Giacomo Agostini nelle 350, Renzo Pasolini nelle 250, Otello Buscherini nelle 125 e Guido Mandracci nelle 750.

La storia racconta che il circuito prese vita su desiderio di Enzo Ferrari, presente all’inaugurazione. Intorno a lui, un gruppo di imprenditori della Riviera, molto appassionati e motivati nel coinvolgere l’ingegnere modenese Umberto Cavazzuti per il progetto del tracciato. Erano consapevoli ci fosse il bisogno di un circuito che concentrasse la passione enorme per il motorsport, sul territorio risalente all’inizio del ‘900, anche per togliere dalle strade cittadine un calendario di gare che cominciava ad essere troppo rischioso per piloti e pubblico.

Dopo 30 anni, correva l'anno 2006, ci furono modifiche radicali al tracciato. In soli cinque mesi la pista fu allungata a 4.226 mt con l'inversione del senso di marcia e profondi interventi anche sulle parti strutturali, oltre al cambio della denominazione da Santamonica a Misano World Circuit. Così fu possibile ospitare la Motogp e dar seguito alla fame dei tifosi legata all'idolo di casa Valentino Rossi. Negli ultimi anni sono stati ulteriormente ampliati spazi per i tifosi, area vip ed è nata la Misano Square, accessoriata di negozi permamenti e il nuovo Pit Building, che ospiterà anche l’archivio storico multimediale e spazi per mostre tematiche.

Il totale della capienza è salito a 100 mila spettatori, una favola a lieto fine se si ripensa da dove tutto è iniziato. Durante la Seconda guerra mondiale, la pista di atterraggio tempornea servì alle truppe americane per scopi bellici ma ispirò l'attuale rettilineo. Inoltre il polo motoristico comprende l’Arena Flat Track di oltre mille metri e non asfaltata, la pista Handling conosciuta come Misanino e quella dedicata ai kart.