Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
SOFTBALL: Coppa Italia, torna in campo Forlì per guadagnare l'accesso alle Final Four
sport

SOFTBALL: Coppa Italia, torna in campo Forlì per guadagnare l'accesso alle Final Four

  • Di:
  • 214 visualizzazioni

Dopo l'eliminazione dalla corsa scudetto patita per mano di Bollate, la Poderi dal Nespoli ha un altro impegno immediato da onorare, quella Coppa Italia che ha già conquistato per nove volte e di cui è detentrice. Le forlivesi sono impegnate nella fase delle semifinali e se la devono vedere con Pianoro in una serie al meglio delle tre partite ospitata sul diamante del "Buscherini"; nell'altra semifinale si affrontano Saronno e Castelfranco. Le due vincenti giocheranno la Final Four il 28 settembre prossimo, assieme alle due finaliste scudetto, Bollate e Bussolengo, qualificate per regolamento di Coppa. 
Già, il regolamento. Quest'anno è stata rispolverata la vecchia formula in vigore una decina di anni fa e pensata per essere giocata in concomitanza con i playoff scudetto. Prima si sono affrontate le sei squadre escluse dalla post season (anzi cinque, dato il forfait di Caserta); le due migliori, vale a dire Pianoro e Castelfranco, giocano contro le due squadre sconfitte in semifinale scudetto, nella fattispecie Forlì e Saronno: chi vince va alla Final Four, alla quale accedono di diritto le due formazioni che avranno appena concluso la sfida per il titolo nazionale. Di più: chi vincerà lo scudetto avrà anche l'onere e l'onore di ospitare la finale di Coppa Italia. 
Bologna per qualificarsi ha vinto un triangolare ospitato a Caronno, sconfiggendo oltre alla società ospitante anche il Parma. Rispetto alla stagione regolare sarà senza il suo lanciatore americano Michelle Floyd, lasciata libera a giugno. Mancherà anche Alice Parisi: Bollate l'aveva data in prestito per la stagione, Bollate se l'è ripresa durante l'estate, grazie a un Regolamento Attività Agonistica pieno di lacune e ballerino (Parisi ha appena giocato i playoff contro Forlì, ricordiamo). 
Nonostante le due assenze di peso, il gruppo italiano di Pianoro ha battitori in grado di lasciare il segno, come Brandi, Trevisan e Collina. È un avversario che la Poderi dal Nespoli non può prendersi il lusso di affrontare alla leggera. 
Poderi dal Nespoli che, in quindici giorni, è passata dall'euforia per la vittoria in Coppa Coppe ad una malinconica uscita dai playoff. Certo, in questo momento a Forlì il Bollate è sembrato un avversario in piena sindrome da onnipotenza, un Balrog al di là delle sue possibilità; ma è una magra consolazione. E' anche un po' vero il lato opposto della medaglia: tanto sono cresciute le milanesi in questa fase della stagione, quanto Forlì è sembrata aver perso quel tocco magico che l'aveva accompagnata negli ultimi due mesi. C'è stanchezza, e logorio, ed è una cosa molto "sportiva" e soprattutto molto umana: non se ne può fare una colpa a giocatrici che da marzo in qua hanno veramente dato tutto. 
Si gioca tutto in un giorno: garauno inizia alle 15, e 45' dopo il termine ci sarà garadue: servisse la "bella", si giocherà in serata sempre 45' dopo la conclusione di garadue. Per regolamento di coppa, cambiato in corsa, il lanciatore straniero può giocare solo una delle prime due partite, più la eventuale terza: quasi certo che Forlì si giochi subito Pauly e dirotti Cacciamani sul secondo match, in modo da avere l'americana almeno un po' riposata nell'eventualità di garatre. Non è invece un problema di Pianoro, che senza Floyd è rimasta con la sola Ronchetti, la quale nelle gare di Caronno si è alternata con Sheldon e Collina, nessuna delle quali aveva mai lanciato durante la regular season.