Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
VOLLEY: È Ravenna spettacolo, Padova è annichilita sul 3-0
sport

VOLLEY: È Ravenna spettacolo, Padova è annichilita sul 3-0

  • Di:
  • 127 visualizzazioni

Non poteva apparecchiarsi miglior congedo dal proprio pubblico per il 2019 la Consar. Nel match che metteva di fronte due delle squadre più in forma del momento, Saitta e compagni hanno sfornato una prestazione di grandissimo livello, liquidando in poco più di un’ora una Kioene che si presentava a Ravenna forte dei punti strappati a Trento e Milano.
È stato un monologo, con una Consar tirata a lucido in tutti fondamentali (64% in attacco, 61% in ricezione, 10 muri e 5 ace), e un Ter Horst immarcabile, che ha chiuso con 16 punti, 4 ace, e un mostruoso 86% in attacco. Con questa vittoria, la Consar conferma tutta la sua crescita, aggiorna il suo dato positivo a 12 punti nelle ultime sei partite, scavalca Padova e si issa al sesto posto, continuando ad alimentare il sogno di disputare la Coppa Italia.
La cronaca del match Si parte con i sestetti confermati e poi si procede punto a punto nel primo set fino al 14 pari, quando la Consar, determinata e aggressiva, con Vernon-Evans e Lavia (muro su Ishikawa) piazza l’allungo (un break di 4 punti) che sorprende Padova. Finisce 25-18 per una Consar in grande spolvero, che forza molto in battuta, si fa sentire in attacco (63% di squadra e un vertiginoso 83% di Ter Horst) e a muro (3 vincenti).
La Kioene prende un minimo vantaggio all’inizio del secondo set, subito annullato da Ravenna che con un break di tre punti si porta in vantaggio (4-3). Nuovo allungo dal 4 pari per la Consar che si porta a +3 (8-5). Padova, con due errori di Ravenna, raggiunge la nuova parità a quota 10, col turno in battuta di Ishikawa, che piazza qui uno dei due ace di tutto l’incontro per i suoi. Punto a punto in questa fase del set, spezzato da due ace di Vernon-Evans e da un attacco di Ter Host che mandano la Consar in fuga. Finale in crescendo, con una Kioene incapace di arginare la pressione della Consar, e set in ghiaccio ancora col punteggio di 25-18.
Terzo set senza storia: dopo l’effimero vantaggio della Kioene per 2-1, la Consar piazza un micidiale parziale di 10-0 che fa accendere anzitempo la scritta game over, con Ter Horst a sublimare la sua serata da Mvp e la Kioene a cercare di rendere meno pesante il passivo nel set nel finale, mettendo a segno 4 punti di fila.