Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
VOLLEY: L'Olimpia Teodora cede il passo alle giovani promesse del Club Italia
sport

VOLLEY: L'Olimpia Teodora cede il passo alle giovani promesse del Club Italia

  • Di:
  • 319 visualizzazioni

Al Centro Federale “Donato Pavesi” di Milano coach Simone Angelini schiera per la Conad Ravenna lo starting six delle ultime partite vittoriose contro Cuneo e Soverato con in attacco capitan Bacchi e Aluigi, Kajalina opposto, al centro Menghi e Washington, al palleggio Scacchetti, libero Paris.
Dal lato opposto del taraflex rosa coach Bellano dispone in campo Omoruyi e Pietrini sulle bande, Nwakalor opposto, Fahr e Lubian centrali, Morello in regia e De Bortoli libero.
Parte alla battuta Club Italia con Morello e Menghi mette fuori la sua prima fast. I seguenti due attacchi delle padrone di casa non stanno in campo, Sara Menghi si rifa immediatamente e schianta a terra una palla imprendibile e Scacchetti trova un punto critico nella difesa di Club Italia, portando Ravenna sul punteggio di 1 a 4. La partenza è positiva per le ragazze di coach Angelini che appaiono molto concentrate e determinate. Tanti errori in attacco delle azzurre di Bellano e un ace di Kayalina alimentano il vantaggio delle romagnole (4-9). Le giovani promesse non demordono e si riportano a una lunghezza di scarto (9-10), costringendo Simone Angelini a chiamare il time out. Alla ripresa del gioco si procede in equilibrio. Club Italia riporta il match in parità (13-13) e poi supera. Questa volta è Ravenna a dover inseguire e a riportare il set a differenza zero (15-15). Si procede punto a punto ma quando le azzurre allungano (21-19) Angelini chiama la seconda sospensione. Capitan Bacchi e Washington riportano la parità in campo (23-23), ma nel finale un errore in battuta di Ravenna e un attacco di capitan Lubian regalano il primo set alle padrone di casa.
La seconda frazione ha inizio con un break di 4 a 0 per le azzurre. Dopo l'infortunio, dovuto a uno scontro di gioco, di Rachele Morello che viene sostituita da Alice Turco, Ravenna a muro realizza il primo punto del set. Le fasi successive vedono le romagnole sotto di 6 punti (10-4). Angelini cambia Aluigi con D'odorico, ex Club Italia, ma la situazione non cambia. Le azzurre amministrano e incrementano il vantaggio (13-6). Dopo la sospensione del gioco richiesta da coach Angelini, Club Italia non ha cedimenti e accresce il proprio vantaggio a 8 punti (17-9). Una timida riscossa delle ravennati con due punti delle centrali Menghi e Washington assottigliano il vantaggio delle padrone di casa a 4 lunghezze. Coach Bellano chiama la sospensione e alla ripresa Washington mette a segno un ace (18-15). Si entra nella fasi finali del set senza grosse emozioni. Club Italia riporta a 6 punti il vantaggio e conclude senza difficoltà sul punteggio di 25 a 18.
Nel terzo periodo Ravenna ha un ottimo e si porta avanti sul 2 a 4. Club Italia ritrova la parità (4-4) ma Ravenna reagisce e sigla l'ottavo punto con Washington (5-8). Dopo le difficoltà incontrate nel secondo set Ravenna ha ritrovato gioco e concentrazione e alimenta il vantaggio (6-10). In questa fase capitan Bacchi e compagne sfruttano gli errori delle avversarie per cercare la fuga (7-12). Club Italia tuttavia non è avversario facile e non molla. Sul 13 a 15 coach Angelini chiama a sé le sue ragazze per infondere la giusta convinzione e cercare di portare a casa il terzo set. Un punto contestato dalle padrone di casa porta a 5 il vantaggio di Ravenna (14-19). Una bella diagonale di D'odorico e un errore in attacco delle azzurre porta Ravenna alle battute finali del set con un vantaggio di 7 lunghezze (15-22). Alle romagnole non resta altro che amministrare e guadagnarsi il diritto a giocare il quarto set. La terza frazione si conclude con due punti di capitan Bacchi e una diagonale di Kayalina (19-25).
Estremamente importante diventa il risultato del quarto set che le padrone di casa affrontano con grande grinta (5-2). Ma Ravenna c'è e ritrova la parità (6-6). La tensione in campo è palpabile, la partita è molto sentita da entrambe le parti. Si procede in equilibrio fino all'11 pari poi le azzurre realizzano un importante break di due punti (13-11) e coach Angelini ferma il gioco. La parte centrale del set vede il Club Italia allungare e, sul 17 a 12, Angelini chiama di nuovo l'opportuna sospensione. Si riprende a giocare con Ravenna che non riesce a fermare gli attacchi delle padrone di casa (19-13). E' ancora una volta Lucia Bacchi a chiamare le compagne alla carica. Con un suo attacco formidabile, un errore delle azzurre e un muro della capitana, Ravenna si riporta sotto (19-16). Errore in attacco e invasione di Club Italia e si va sul 20 a 18. Le battute finali sono caratterizzate da errori da un lato e dell'altro. Ciò nonostante Club Italia mantiene concretezza e conquista 5 match point (24-19). Ne spreca 2 ma non fallisce il terzo che sigla la capitana Marina Lubian con un fendente imprendibile.

LA DICHIARAZIONE
Al termine della partita Simone Angelini, coach della Conad Olimpia Teodora Ravenna ha dichiarato: "Sapevamo che loro avrebbero spinto a mille e quando c'è chi spinge a mille capita di fare un po' di errori in più da una parte e dall'altra. Club Italia è una squadra molto fisica e quando i suoi meccanismi funzionano diventa complicato affrontarla. Siamo stati bravi nel primo set a partire concentrati anche se nel finale poi ci sono scappate via con una prova di forza con attacchi alti sopra il nostro muro. Nel secondo set sono partite bene e ci hanno messo sotto con facilità. Nel terzo set hanno avuto qualche giro a vuoto iniziale e noi siamo stati a +5, un vantaggio che ci ha dato tranquillità e convinzione. Il quarto set ha avuto più o meno lo stesso andamento del terzo ma a parti invertite. Il mio rammarico è proprio in questo quarto set in cui potevamo cercare di fare qualcosa in più tra muro difesa e contrattacco. Se avessimo avuto un po' più di freddezza nella fase centrale del set avremmo potuto agganciarle e fare un po' di pressione in più. In definitiva non siamo stati così bravi a metterli in difficoltà. Ora però dobbiamo pensare a Orvieto, dimenticando in fretta questa sconfitta. Domani riposiamo e da lunedì ci buttiamo anima e corpo sulla prossima partita".

Il tabellino di Club Italia Crai-Conad Olimpia Teodora Ravenna 3-1
(25-23, 25-18, 19-25, 25-21)
CLUB ITALIA CRAI: Malual, Morello 1, Lubian 11, Cortella, Pietrini 20, Omoruyi 10, De Bortoli (L), Turco, Fahr 12, Nwakalor 13, Mangani, Bulovic 1.
N.e.: Fucka, Tonello (L). All.: Massimo Bellano. Vice all.: Michele Fanni
Muri 8, ace 3, battute sbagliate 12, errori ricez. 4, ricez. pos 59%, ricez. perf 46%, errori attacco 21, attacco 43%
CONAD OLIMPIA TEODORA RAVENNA: Bacchi 11, Paris (L), Washington 9, D’odorico 8, Aluigi 3, Scacchetti 4, Menghi 9, Panetoni, Kajalina 5. N.e: Ceroni, Vallicelli. All.: Simone Angelini. Vice all.: Moris Meloni
Muri 7, ace 6, battute sbagliate 8, errori ricez. 3, ricez. pos 51%, ricez. perf 32%, errori attacco 11, attacco 34%
Durata set: 24‘, 28’, 22‘, 25'; tot. 109'
Arbitri: Denis Serafin e Alessandro Rossi