Guarda TR24 Canale 11, il network all news del territorio
VOLLEY: Uno stop indigesto per l'Olimpia Teodora, "C'era grande sintonia"
sport

VOLLEY: Uno stop indigesto per l'Olimpia Teodora, "C'era grande sintonia"

  • Di:
  • 322 visualizzazioni

L’ultima tappa della stagione della Conad Ravenna è stata la trasferta di fine febbraio ad Olbia con le bizantine che non avevano dato scampo alle sarde per conquistare un successo prezioso per la poule promozione. Dopodiché vuoto totale, con l'epidemia da Coronavirus che avrebbe poi costretto alla serrata tutto il movimento pallavolistico. Un'opera lasciata incompiuta per le romagnole, insomma: “Quest’anno si era creata una grande sintonia tra di noi – ha raccontato Ludovica Guidi, intervistata assieme a Elisa Morolli e Costanza Manfredini dal canale Facebook della Lega Volley – quella che ci ha permesso di dare vita a delle ottime prestazioni perché il clima in palestra era disteso. Peccato esserci fermate perché la Poule Promozione poteva darci grani soddisfazioni”. Giocare in una piazza come quella di Ravenna non è mai facile, visto il blasone pressoché unico che una società come l'Olimpia Teodora può vantare. “È un peso ma anche un onore – il parere di Elisa Morolli – perché senti di indossare una maglia con una grande storia e ti puoi rapportare con un pubblico molto caloroso e competente”. Chi invece non farà più parte del roster giallorosso è sicuramente Costanza Manfredini: la schiacciatrice comasca ha infatti dato il proprio addio al volley: “Finire la mia carriera a causa dell’epidemia da coronavirus non è stato proprio il massimo – sottolinea con un po’ di rammarico l’ex San Giovanni in Marignano – ma si tratta di una scelta consapevole e rimarrò comunque molto legata all’ambiente di Ravenna”.